Ricky Martin, abusi sessuali sul nipote: rischia una condanna a 50 anni di carcere

A inizio luglio il ragazzo era riuscito a ottenere un'ordinanza restrittiva per stalking e violenza domestica dalle autorità portoricane

Ricky Martin, abusi sessuali sul nipote: rischia una condanna a 50 anni di carcere
di Chiara Bruschi
3 Minuti di Lettura
Domenica 17 Luglio 2022, 07:36

Ricky Martin è nei guai. Dopo aver dato scandalo per essere stato accusato di stalking ai danni di un giovane famigliare, ora sono state rese note le generalità della presunta vittima. Il cantante è stato denunciato dal nipote Dennis Yadiel Sanchez e per questo l'accusa che gli è stata rivolta è quella di incesto. Il giovane 22enne, infatti, non è un parente acquisito ma è il figlio della sorella Vanessa. Un dettaglio che rappresenta un aggravante per Martin: a causa del legame di sangue, la star rischia fino a 50 anni di carcere. A inizio luglio il ragazzo era riuscito a ottenere un'ordinanza restrittiva per stalking e violenza domestica dalle autorità portoricane. Martin, sposato dal 2017 con l'artista siriano-svedese Jwan Josef (con cui ha due figli, Matteo e Valentino) era stato accusato lo scorso 1° luglio di aver avuto una relazione extraconiugale durata sette mesi. Al termine della quale, dicevano i tabloid, il ballerino 50enne aveva letteralmente perso la testa. Martin avrebbe fatto appostamenti sotto casa del giovane ex amante e lo avrebbe tempestato di telefonate, opprimendolo con violenza fisica e psicologica.

Ricky Martin accusato di stalking e violenze. «Relazione clandestina con il nipote 21enne». Ma lui nega

ALCOL E DROGHE

Tra le accuse, inoltre, c'era anche quella di aver consumato «grandi quantità di alcol e droghe». Due giorni più tardi lo stesso artista aveva dichiarato sui social di aver ricevuto «accuse completamente false», alle quali avrebbe risposto «con i fatti». Ora però il sito spagnolo Marca aggiunge un altro dettaglio: secondo il fratello Eric Martin, la persona che sta accusando Ricky soffre di problemi mentali. Una tesi sostenuta anche dall'avvocato del cantante, Martin Singer: «Purtroppo la persona che ha fatto queste affermazioni sta lottando con la sua salute mentale. Ricky Martin non è mai stato coinvolto in qualsiasi tipo di relazione sessuale o romantica con suo nipote», ha precisato a Variety. «L'idea non è solo falsa, è disgustosa. Ci auguriamo tutti che quest'uomo riceva l'aiuto di cui ha così urgente bisogno - ha aggiunto -. Ma, soprattutto, non vediamo l'ora che questo terribile caso venga archiviato». Una speranza che hanno anche i suoi fan in tutto il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA