Morto Ray Liotta, chi era l'attore che interpretava Henry Hill in "Quei bravi ragazzi". Film e vita privata

Morto nel sonno nella Repubblica Dominicana, lascia una figlia e la fidanzata con cui stava per sposarsi

Morto Ray Liotta, chi era l'attore che interpretava Henry Hill in "Quei bravi ragazzi". Film e vita privata
3 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Maggio 2022, 19:16

Il mondo dice addio a Ray Liotta, indimenticato attore noto soprattutto per aver interpreato Henry Hill, nel film di Martin Scorsese "Quei bravi ragazzi". A 67 anni si è spento nel sonno, mentre si trovava nella Repubblica Dominicana per le riprese di un film. Liotta lascia una figlia, Karsen, nata durante il suo primo matrimonio. E la fidanzata Jacy Nittolo, che lo aveva seguito sul set ai Caraibi e con cui stava per convolare a nozze.

Morto Ray Liotta, attore di "Quei bravi ragazzi": aveva 67 anni

 

Chi era

Ray Liotta è nato nel 1954 a Newark, nel New Jersey. Viene adottato a solo 6 mesi da Mary e Alfred Liotta. Non aveva origini italiane (come il nome potrebbe suggerire), ma scozzesi. La sua passione per la recitazione nasce quando era un adolescente. Inizia a recitare ai tempi del college, dove appare, come lui stesso racconta, in numerosi musical. Dopo la laurea in Belle Arti all'Università di Miami si trasferisce a New York dove lavora come barista ai teatri Shubert e in soli sei mesi trova un agente e un lavoro in televisione. 

Ray Liotta nasce nel New Jersey e ha solo sei mesi quando viene adottato da Mary e Alfred Liotta, entrambi cattolici e impegnati nel partito democratico e sul lavoro. Ray ritrova la madre naturale negli anni Duemila: scoprirà che le sue origini non sono italiane ma scozzesi (anche se il cognome acquisito condizionerà in parte la sua carriera) e di avere, oltre a una sorella, un fratellastro e cinque sorellastre. Nel 1983 fa il suo debutto cinematografico in "Donna sola".

Nel 1988 è il gemello di un giovane handicappato mentale - interpretato da Tom Hulce - nel drammatico Nick e Gino e l'anno successivo è L'uomo dei sogni del film omonimo, il fantasma del giocatore di baseball Shoeless Joe Jackson che fa costruire il campo a Kevin Costner. Uno dei suoi ruoli migliori glielo offre Martin Scorsese: in Quei bravi ragazzi (1990) è bravissimo nel ruolo dell'ambizioso Henry Hill, un piccolo gangster disposto a tutto pur di farsi strada negli alti ranghi della mafia. Negli anni Novanta quella di Liotta è una presenza costante al cinema, in film commerciali non sempre all'altezza del suo talento come Articolo 99, Abuso di potere, Fuga da Absolom e Quando gli elefanti volavano.

Nel 2001 in Hannibal è Paul Kendler, corrotto superiore di Clarice Starling, costretto nel finale a mangiare il proprio cervello dal protagonista. Nello stesso anno è il padre del personaggio di Johnny Depp in Blow, mentre nel 2002 Joe Carnahan gli offre un grande ruolo protagonista, al fianco di Jason Patric, nel tesissimo poliziesco Narc. Nel 2014 accumula moltissime partecipazioni televisive e cinematografiche. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA