Principe William "tradito" dall'ex primo ministro: la confidenza in un libro di Tony Blair

Mercoledì 6 Novembre 2019

Dopo la morte di Lady Diana, il giovane Principe William confidò a Tony Blair le difficoltà di gestire l’immagine pubblica con le emozioni private. Il futuro re lamentava l’invadenza della stampa dopo i funerali della compianta madre e si lasciò andare a considerazioni sul senso del dovere e sul peso di essere un membro della Famiglia Reale. Una conversazione che non rimase privata ma che venne poi pubblicata in un libro dell’ex Primo Ministro, nel 2010.

“Sapeva, razionalmente, perché la settimana tra la morte di Diana e il funerale doveva essere come era stata – scrive Blair - Ma ha sentito acutamente il conflitto tra posizione pubblica ed emozione privata”. La rivelazione di quelle confidenze turbò il Duca di Cambridge che mai si sarebbe aspettato un tale ‘tradimento’. “William pensava che qualsiasi conversazione con un Primo Ministro sarebbe stata confidenziale” ha spiegato in seguito un assistente di Buckingham Palace. Foto: Kikapress

LEGGI ANCHE: — L’amante di William e quel gesto fatto in pubblico per il principe. Kate Middleton in crisi. Cosa ha fatto l’amante

Ultimo aggiornamento: 14:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma