Il Principe Carlo fa una donazione «molto generosa» alle vittime degli incendi in Australia

Principe Carlo, donazione milionaria per le vittime degli incendi in Australia
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Giugno 2021, 11:52

Il principe Carlo ha fatto una donazione «molto generosa» in favore delle vittime australiane di incendi boschivi e cicloni. Intere famiglie colpite dal ciclone Seroja o dall'incendio boschivo delle colline di Perth all'inizio di quest'anno, sono ora costrette a ricostruire le proprie vite. Grazie anche alla donazione di Carlo, il fondo per i cicloni ha raccolto finora 7,6 milioni di dollari e l'appello per la ricostruzione dopo gli incendi boschivi 16,4 milioni.

La donazione

Il principe Carlo ha fatto una generosa donazione per l'Australia, la cui entità non è stata tuttavia resa nota. I primi 34 pagamenti sono stati emessi martedì. Il fondo di soccorso in caso di emergenza del Lord Mayor, che sostiene coloro che hanno perso la casa durante entrambi i disastri naturali, ha raccolto in totale già 7,6 milioni di dollari per le vittime del ciclone e 16,4 milioni di dollari per gli incendi.

I distrastri

Il ciclone nell'Australia occidentale, era stato descritto dal premier Mark McGowan come un ciclone «come mai visto prima da decenni». Gli incendi boschivi di Perth Hills hanno distrutto circa 86 case e bruciato quasi 11.000 ettari in totale, riporta il MailOnline.

Il sindaco di Perth Basil Zempilas ha espresso apprezzamento per la donazione del principe: «Abbiamo già visto la gente dell'Australia occidentale, le imprese in tutta l'Australia occidentale e gli stati orientali rispondere con calore, generosità e donazioni per assistere le persone colpite da questi disastri gemelli in WA quest'anno», ha affermato.

Harry ha nostalgia: il principe riconosce i suoi errori e vuole riavvicinarsi a Carlo e William

«Il Principe di Galles ha fatto una donazione molto generosa alla LMDRF». «È un onore e un privilegio accettare questa donazione e ringrazio Sua Altezza Reale e l'ufficio del Principe di Galles per aver lavorato con noi affinché ciò accada». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA