Il principe Carlo torna all'altare con l'acqua del Giordano: ecco a cosa servirà

È il primo viaggio ufficiale dopo lo stop di due anni a causa della pandemia

A Londra il principe Carlo porterà l'acqua del Giordano con le bottigliette d'acqua: ecco a cosa servirà
di Giampiero Valenza
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Novembre 2021, 17:08 - Ultimo aggiornamento: 18:05

La piccola Lillibet, la figlia di Meghan Markle e del Principe Harry, potrebbe essere battezzata con l’acqua del fiume Giordano. Il principe Carlo ne starebbe riportando nel Regno Unito “cinque o sei dozzine di bottiglie”. A riportare la notizia è il tabloid britannico Daily Mirror. 

Ad oggi non si sa dove e quando sarà battezzata la piccola, ma il nonno, il principe di Galles, e la moglie Camilla hanno compiuto un viaggio in Medio Oriente e lì hanno immerso le mani nell’acqua del Giordano, luogo del battesimo di Gesù Cristo da parte di Giovanni Battista. Per Carlo e Camilla si tratta del primo viaggio ufficiale dopo lo stop di due anni a causa della pandemia.

Anche Archie, il fratello di Lillibet, fu battezzato con quell’acqua, nel Castello di Windsor. Si tratta di una tradizione britannica che tocca i bimbi della casa reale. Per la cerimonia si usa il Lily Font, un fonte battesimale in argento dorato che fa parte dei gioielli della Corona. Venne commissionato dalla regina Vittoria nel 1840, per il battesimo di sua figlia Victoria il 10 febbraio 1841. 

Oltre a Lillibet anche la figlia della principessa Beatrice, Sienna Elizabeth, deve essere ancora battezzata.

Meghan e Harry, Lilibet Diana non sarà battezzata a Windsor: il "no" dello zio William, ecco perché

© RIPRODUZIONE RISERVATA