Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Paul Haggis, chi è il regista premio Oscar per "Crash" fermato a Ostuni per violenza sessuale: la carriera (e la caduta)

Era stato accusato di violenze più volte in passato

Paul Harris, chi è il regista premio Oscar per "Crash" fermato a Ostuni per violenza sessuale: la carriera (e la caduta)
4 Minuti di Lettura
Domenica 19 Giugno 2022, 19:56

Ha due oscar nella sua bacheca il regista Paul Haggis, oggi al centro delle polemiche per una presunta violenza sessuale. Nato a London, Ontario, nel 1953 è figlio di un veterano della Seconda Guerra Mondiale e velocista olimpico alle Olimpiadi del 1948. Dai genitori viene cresciuto come cattolico, arrivando anche a scontrarsi con i bambini della maggioranza protestante del suo Paese. Ardeva talmente tanto la sua fede che la famiglia aveva smesso di andare a messa dopo aver trovato il parroco alla guida di una Cadillac.

Paul Haggis fermato a Ostuni: il regista premio Oscar «ha costretto una donna a subire violenza sessuale per due giorni durante un festival»

I suoi miti

Per il suo lavoro si ispira ad Alfred Hitchcock e Jean-Luc Godard, Haggis. Inizia la carriera alla scuola d'arte B. Beal Secondary School. E apre un teatro a Toronto per proiettare film vietati dall'Ontario Board of Censors come I diavoli e Ultimo tango a Parigi. Nel 1974, dopo aver visto il film Blowup di Michelangelo Antonioni del 1966, va in Inghilterra con l'intento di diventare fotografo di moda. Ma nel 1975, Haggis si trasferisce a Los Angeles, in California, per iniziare una carriera di scrittore nell'industria dello spettacolo.

L'ascesa

Diventa noto al grande pubblico con il suo lavoro sul film Million Dollar Baby del 2004, che Allmovie ha descritto come una "pietra miliare" per lo sceneggiatore/produttore e come "la sua prima incursione di alto profilo nel cinema". Haggis aveva letto due storie scritte da Jerry Boyd, un allenatore di pugilato che scriveva sotto il nome di F.X. Toole. In seguito Haggis acquistò i diritti dei racconti e li sviluppò nella sceneggiatura di Million Dollar Baby. Clint Eastwood interpretò il protagonista del film.

 

Gli oscar

Dopo Million Dollar Baby, Haggis ha lavorato al film Crash del 2004. Haggis ha ideato la storia del film da solo, e poi ha scritto e diretto il film, il che gli ha permesso di avere un maggiore controllo sul suo lavoro. Crash è stata la sua prima esperienza come regista di un lungometraggio importante. Molto positivo al momento dell'uscita, l'accoglienza della critica di Crash si è poi polarizzata, anche se Roger Ebert lo ha definito il miglior film del 2005. Crash ha ricevuto la nomination all'Oscar per il miglior film e la miglior regia, oltre ad altre quattro nomination all'Oscar.Haggis ha ricevuto due premi Oscar per il film: Con Million Dollar Baby e poi con Crash, Haggis è diventato il primo individuo ad aver scritto i premi Oscar come miglior film in due anni consecutivi.

Le accuse di violenze

Nel 2013 l'accusa di violenza. Un'addetta alle pubbliche relazioni per una agenzia di eventi cinematografici denuncia Haggis di averla stuprata. Come? L'avrebbe portata nel suo appartamento di Soho, a Manhattan. Ma non fu l'unica. Altre tre donne lo accusano di molestie. Una giornalista di un ufficio stampa sostiene di essere stata costretta a un rapporto di sesso orale e poi violentata quando lavorava con Haggis in uno show televisivo negli anni Novanta. Ancora, il regista avrebbe cercato di mettere le mani addosso a una terza donna dicendole: "Devo essere dentro di te", lei era riuscita a scappare. Infine unadonna sarebbe stata bloccata a un angolo della strada e baciata a forza, poi seguita su un taxi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA