Opera, la divina Callas incanta ancora Parigi in veste di ologramma

Opera, la divina Callas incanta ancora Parigi in veste di ologramma
2 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Novembre 2018, 21:27

A vederla così, bellisima, un corpo di giunco, elegantissima nel suo raffinato vestito bianco e la stola rosso fuoco, è stata un'emozione incredibile. La sua voce poi inconfondibile ha acceso i suoi amiratori, oggi  come ieri. La divina Maria Callas, morta nel 1977 all'età di 53 anni,  ha nuovamente entusiasmato il pubblico alla Salle Pleyel di Parigi. Era lei a interpretare l'opera con tutta il suo iconico splendore, datato 1958, quand'era al culmine della carriera al Palais Garnier. E non era lei ovviamente. Era il suo ologramma che si è esibito dal vivo, con 60 elementi d' orchestra accanto: per lei un vero ologramma tour  che è giunto in Francia dopo aver visitato il Regno Unito e il Belgio sulle arie di Bizet, Bellini, Charles Gounod e Giuseppe Verdi.



 La società Base Hologram, che ha realizzato l'impresa di generare una Divina virtuale, non fornisce informazioni sulla tecnica. La sincronizzazione musicale è un esercizio ad alta quota senza una singola miss. La direzione metronomica di Eimear Noone assicura una perfetta coordinazione.  Anche se secondo molti spettatori, divisi tra entusiasti e critici, il suono lasciava molto a desiderare e in alcuni parti del "Casta Diva" rimanevano frammenti di altre voci. Ma l'incanto c'è tutto. E d'altra parte i tour dei musicisti in ologramna è già una realtà consolidata anche se nel regno del pop: dopo gli Abba, è previsto per il prossimo anno il tour di Amy Winehouse. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA