Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nancy Brilly contro la "prova" costume: «Fregatevene. Basta stupidi problemi». Il messaggio di body positive è un inno alla libertà

Stop alla ricerca della perfezione estrema, la battaglia dei vip contro il body shaming

Nancy Brilly, contro la "prova" costume: «Fregatevene. Basta stupidi problemi»
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Luglio 2022, 14:29 - Ultimo aggiornamento: 28 Luglio, 11:57

È arrivato il momento tanto temuto della prova costume. Con i social network pieni di influencer pronte a spiattellare in ogni momento i loro fisici perfetti, le comuni mortali potrebbero avere sempre piu' difficoltà a fare i bagagli per le vacanze. La paura sale, per quelle foto che tutte vogliono instagrammare, ma la domanda è: verrò bene? Devo scegliere il bikini giusto, che nasconda i miei difettti ed esalti i miei punti forza. E così in questi pensieri di ricerca estrema di perfezione fisica arriva una spumeggiante Nancy Brilli a traquillizzare tutte. E a rilanciare un messaggio di fiducia estrema in se stesse.

Vanessa Incontrada, la foto in bikini in copertina e la battaglia (ancora lontana) sul body shaming

Nancy Brilli contro la "prova" costume: il messaggio per i fan

«Il costume da bagno me lo metto, non me le metto? Fammi vedere bene, dietro come sta? Copre abbastanza? È adatto alla mia età? Mi fotograferanno mentre salgo sbilenca sul gommone, mentre mi cambio con quello asciutto, sembrerò storta, vecchia, grassa, magra, cellulitica, moscia, sembrerò… uff….una vita, così. E guarda com’è senza trucco, e sarà tutta rifatta, e in fondo non è niente di che, però invece è ancora carina,e…». Con l'ironia che la contriddistingue il messaggio dell'attrice è contro ogni forma di bodyshaming.

Lei, di una bellezza invidiabile tra l'altro, se ne frega di tutto e tutti, e anche di quegli anni che passano. «Sai che ti dico? Ho deciso. A me l’aria aperta piace, il sole fa bene alla schiena, e tanti saluti. Quanti si sono fatto questi stupidi problemi? Facciamo che basta così?». E sì è il caso di dire proprio basta così. Ogni donna ha la propria bellezza che è fatta di esteriorità e interiorità, che è fatta di perfezioni e imperfezioni, ma sono proprio quelle imperfezioni che rendono unica ogni persona, donna e non.

Vanessa Incontrada, Gigi D'Alessio la accoglie sul palco con la mozzarella. E il pubblico canta: «Sei bellissima»

Il caso Vanessa Incontrada

Tornano a bomba così i messaggi dei vip di body positive, come tutti scrivono sull'hashtag. Ultima, Vanessa Incontrada che con quella foto sbattuta sulla copertina del settimanale Nuovo, in costume mentre si godeva un po’ di relax in riva al mare, in quel di Follonica, ha fatto riaccendere la polemica sul bodyshaming

Sulle pagine di Nuovo, però, non c’è alcun riferimento esplicito all’aspetto di Vanessa Incontrada (anzi viene messa in evidenza la sua battaglia contro i pregiudizi estetici), bensì alla sua vita privata. L’attrice sta infatti cercando di rialzarsi dopo mesi difficili: è di nuovo single, dopo la rottura con l’imprenditore Rossano Laurini, da cui ha avuto un figlio, Isal, che è l’unico uomo della sua vita ora. Ma ormai la macchina del web, dopo quello scatto,  si era attivata.

Gli haters e la tendenza inaccettabile del bodyshaming: ecco cos'è

Vanessa Incontrada da sempre lotta contro i pregiudizi nei confronti del suo aspetto fisico. Nel 2019, nel corso del programma 20 anni che siamo italiani con Gigi D’Alessio, l’attrice aveva portato in scena un monologo proprio sull’aspetto fisico, invitando le donne a smettere di sentirsi inadeguate e di accettarsi per quello che si è: «Sei una ragazza? Devi essere magra, bella, perfetta, altrimenti diventi un bersaglio per offese e sberleffi, diventi “una grassa”, come fosse un marchio infamante. E tu? Tu vivi nella paura di essere sbagliata. Sono cose che conosco e che per fortuna ho superato. Per questo mi sono detta: basta, adesso voglio dire la mia».

Emma e il bodyshaming, Antonella Clerici gela gli haters: «Ho costruito il mio successo sulle imperfezioni: fregatevene»

Da Emma Marrone ad Arisa, ecco i vip che lanciano messaggi body positive

Ma anche Emma Marrone, dopo essere stata attaccata da un giornalista per la sua mise scelta al festival di sanremo, che secondo lui poco si addiceva alla fisicità della cantante, ha voluto mandare un messaggio forte e chiaro alle sue fan, tra l'altro per lo piu' giovanissime. «Il vostro corpo è perfetto così com'è, dovete amarlo e rispettarlo, anzi vi dovete vestire come vi pare, sia che abbiate le gambe "importanti" o meno. Ma se sono "importanti", non rinunciate alle calze a rete e abbinateci anche una minigonna».

«Emma, con quella gamba "importante" evita la calza a rete». Lei risponde indignata: «È body shaming»

E anche Arisa, che fino a qualche anno fa si nascondeva, ora non si vergogna più del suo fisico, e anzi lo mette in mostra a piu' non posso in ogni situazione possibile, e non. 

Le spiagge più belle del Lazio, da Santa Severa a Gaeta: 7 luoghi in cima alle preferenze dei travel blogger

© RIPRODUZIONE RISERVATA