Meghan Markle e le accuse di razzismo alla Famiglia Reale. «Tutte scuse, aveva già progettato tutto»

Meghan Markle e le accuse di razzismo alla Famiglia Reale. «Tutte scuse, aveva già progettato tutto»
3 Minuti di Lettura
Sabato 5 Giugno 2021, 08:10 - Ultimo aggiornamento: 15:48

«Meghan Markle non voleva fare parte della Famiglia Reale e le accuse fatte nell'intervista con Oprah Winfrey sono solo delle scuse». Queste le parole di Phil Dampier, esperto di Royal Family e scrittore del libro "Royally Suited: Harry and Meghan in their own words", che in un'intervista al tabloid The Sun getta nuove ombre sulla decisione del duca e la duchessa di Sussex di trasferirsi negli Stati Uniti e abbandonare i loro doveri nei confronti della Corona. Lo scrittore ha detto: «Non credo che il suo cuore fosse davvero dentro». E ha aggiunto: «Personalmente penso che non abbia mai avuto intenzione di rimanere nella Famiglia Reale».

Royal family e razzismo, Buckingham Palace discriminava le minoranze etniche? Ecco i documenti segreti

Meghan Markle, nella discussa intervista con Oprah Winfrey, ha raccontato di aver subito insopportabili pressioni da parte di alcuni membri della famiglia e di aver avvertito preoccupazione circa il colore della pelle di suo figlio Archie. Una versione totalmente rigettata da Phil Dampier: «Io non ci credo che non siano riusciti ad aiutare Meghan e non credo che sia stata fatta fuori dal razzismo». Lo scrittore ha spiegato: «Quando guardi ad alcuni dei progetti in cui è stata coinvolta capisci che li stava pianificando già da un paio di anni».

E ha concluso: «Temo che incolpare i membri della famiglia reale e i cortigiani per il modo in cui sono stati trattati sia solo una scusa per giustificare ciò che hanno fatto». Harry e Meghan continuano la loro vita lontano dalla Gran Bretagna, ma le discussioni sul loro addio alla Royal Family sembrano destinate a non cessare mai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA