Maurizio Stecca, l'ex pugile ricoverato per Covid: «Il match più difficile della mia vita»

Oro alle Olimpiadi di Los Angeles ha dato l'annuncio attraverso il proprio profilo Facebook

Maurizio Stecca, l'ex pugile ricoverato per Covid: «Il match più difficile della mia vita»
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Dicembre 2021, 20:15

«Il match più difficile della mia vita». Così Maurizio Stecca, ex campione di boxe e oro alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984, ha definito la sua battaglia contro il Covid. Il campione del mondo Wbo ed europeo tra i professionisti, è ricoverato in ospedale a Treviso dopo aver contratto il virus. Stecca, 58 anni, che è stato anche viceallenatore della Nazionale, si trova in un reparto medico dell'ospedale Cà Foncello. Residente da tempo in Veneto, a Casale sul Sile (Treviso), è stato lui stesso, dal proprio profilo Fb, a rendere noto il ricovero.

Povia positivo, Cartabellotta (il presidente Gimbe): «Finché i cretini fanno eh...». Scoppia la polemica

Maurizio Stecca positivo al Covid

«Ho cominciato il match più difficile della mia vita contro un avversario chiamato Covid - ha scritto l'ex pugile, pubblicando anche un selfie che lo vede con un mascherine per l'ossigeno sul volto -. Non so quante riprese ci vorranno ma sicuramente non indietreggerò». Stecca aveva già ricevuto due dosi di vaccino e si apprestava a fare la terza. Tantissimi i messaggi di vicinanza da parte di amici e fan, che nelle ultime ore gli hanno fatto sentire tutta la loro vicinanza via social.

© RIPRODUZIONE RISERVATA