Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mark Lanegan, morto il leader degli Screaming Trees ed ex Queens of the Stone Age: aveva 57 anni

Nel corso della sua carriera aveva collaborato con Kurt Cobain, PJ Harvey, Isobel Campbell e Moby. Non chiare le cause del decesso

Mark Lanegan, morto il leader degli Screaming Trees ed ex Queens of the Stone Age: aveva 57 anni
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Febbraio 2022, 08:34

È morto il frontman degli Screaming Trees Mark Lanegan. Aveva 57 anni. Non sono state chiarite le cause del decesso del cantautore americano, ex membro dei Queens of the Stone Age, avvenuto nella sua casa di Killarney, in Irlanda. Nel corso della sua carriera aveva collaborato con musicisti tra cui Kurt Cobain, PJ Harvey, Isobel Campbell e Moby. L'anno scorso era stato ricoverato in ospedale per mesi dopo aver contratto il Covid ed era stato sottoposto al coma farmacologico. In una dichiarazione sul suo account Twitter si legge: «Il nostro amato amico Mark Lanegan è morto questa mattina nella sua casa di Killarney, in Irlanda. Un amato cantante, cantautore, autore e musicista, aveva 57 anni e lascia sua moglie Shelley. Nessun'altra informazione è disponibile al momento. Chiediamo di rispettare la privacy della famiglia».

Nato nello stato di Washington nel 1964, Lanegan si è unito agli Screaming Trees negli anni '80 producendo con il gruppo otto album fino allo scioglimento della band nel 2000. In quello stesso anno è apparso per la prima volta nell'album Rated R dei Queens of the Stone Age, prestando la sua voce e talento nella scrittura di molte loro canzoni ed esibendosi anche nel loro album di successo Songs for the Deaf. In seguito ha formato The Gutter Twins con il cantante degli Afghan Whigs Greg Dulli e ha anche registrato diversi album da solista. Nel 2020 ha pubblicato un libro di memorie intitolato Sing Backwards And Weep, che affrontava molti argomenti, fra i quali la dipendenza dai tour, la microcriminalità, i senzatetto e la tragica morte dei suoi amici più cari, tra cui Kurt Cobain dei Nirvana e Layne Staley di Alice in Chains.

© RIPRODUZIONE RISERVATA