Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lorenzo Venuti, la fidanzata insultata sui social: «Sei un t... e una schifosa napoletana»

L'influencer denuncia le minacce arrivate sui social: «Ti denuncio. Frasi come queste non possono essere messe a tacere ignorando»

La fidanzata di Lorenzo Venuti attaccata sui social: «Sei un t... e una schifosa napoletana»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 2 Maggio 2022, 16:03

Insulti, minacce, accuse. I social non rispiarmiano nessuno. Specialmente chi è più in vista, come i calciatori. «Hai il fidanzato ‘cancrato’, speriamo muoia. E tu sei una schifosa napoletana», sono alcune delle parole denunciate da Agusta Iezzi, fidanzata del difensore della Fiorentina Lorenzo Venuti. L'influencer ha mostrato i messaggi su Instagram: «Questo è il brutto del calcio. Persone piene di odio», le sue parole. «Spero tu non sappia il significato della parola cancro hai vomitato odio su di me e i napoletani, sulle persone di colore. Ti denuncio. Frasi come queste non possono essere messe a tacere ignorando, chi ha questo odio dentro è potenzialmente pericoloso. Ringrazio tutti per i messaggi d’affetto, sto prendendo provvedimenti adeguati, con la speranza che ciò non avvenga più», ha concluso.

Alessia Orro, chi è la pallavolista perseguitata dallo stalker Angelo Persico

Noemi Letizia chiede i danni (da Sorrentino a Fabri Fibra): «Guai a chiamarmi papi girl». Cento richieste di risarcimento

 

Le minacce e il precedente

«Il tuo ragazzo fa schifo, è orribile. Potrebbe giocare solo nel Montevarchi. E tu sei una t....», gli altri insulti ricevuti da Augusta Iezzi. Ma non è la prima volta che sui social gli pseudo-tifosi si scagliano contro Venuti. Il calciatore, cresciuto nella Fiorentina, era stato attaccato dopo l'autogol che a marzo era costato la sconfitta contro la Juventus. Anche in quel caso era arrivata la denuncia della ragazza: «Io direi che in questo preciso momento ci sono problemi ben più gravi di un pallone che ti sbatte addosso e che provoca un autogol. Ci sono persone che in questo momento vivono nelle metropolitane usandole come bunker per schivare le bombe», le sue parole. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA