Kim Jong-un malato? Non compare in pubblico da un mese: i dubbi degli analisti sulle condizioni di salute del leader della Nord Corea

Il dittatore nordcoreano ha spesso supervisionato personalmente i test, ma nonostante abbia ordinato sei lanci negli ultimi 12 giorni dal 10 settembre non compare sui media. Tutte le ipotesi

Kim Jong-un è malato?
4 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Ottobre 2022, 19:16 - Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 16:05

Kim Jong-un malato? La domanda sullo stato di salute del leader nordcoreano ritorna spesso come un mantra. Come nel caso dell'altro leader (quello russo Vladimir Putin) sulla cresta dell'onda per i fatti internazionali. Domanda che, come si suol, sorge spontanea ogni qual volta emerga qualcosa di anomalo che riguarda questi personaggi. In questo caso sebbene l'immagine sia uno dei punti-chiave della strategia del regime, da quasi un mese Kim non appare in pubblico. Nessun video, neanche una foto "nuova". E proprio in questi giorni dove la tensione che si sta creando nel Mar del Giappone con i diversi test missilistici - e le controrisposte statunitensi e sudocreane - la cosa appare quanto mai "strana". Tanto da alimentare le voci sulle sue condizioni.

Corea del nord, Kim Jong-un fa alzare squadriglia di Mig 29, Seul risponde con 30 F-15 e F-16. Nuovi test con i missili

Kim Jong-un e i test missilistici

Il dittatore della Corea del Nord è "scomparso" dagli occhi del pubblico ed è sparito dai mezzi della propaganda dal 10 settembre. Solo oggi due missili a corto raggio sono stati lanciati in mare, verso il Giappone, pochi giorni dopo altri test. Il dittatore ha spesso supervisionato personalmente i test, posando per le foto e video: ma nonostante abbia ordinato sei lanci negli ultimi 12 giorni è dal quel giorno di settembre che non sono state pubblicate nuove immagini di lui.

 

LO STATO DI SALUTE

Michael Madden, un esperto dell'élite nordcoreana, ha sottolineato che non è la prima volta che Kim Jong-un si prende una pausa dai riflettori. «Detto questo - ha spiegato ai media britannici - ci sono alcuni fattori su cui ragionare che stanno le sue lunghe assenze pubbliche. In primo luogo, c'è una questione sul suo stato di salute generale. Almeno una delle sue assenze pubbliche può essere direttamente legata a problemi di salute. Nel 2014 mancò dai media per un po' di tempo, poi si mostrò mentre usava un bastone durante le prime uscite pubbliche. Si ipotizza anche che che abbia subito un qualche tipo di procedura medica durante una lunga assenza nell'aprile 2020, ma potrebbe anche aver evitato di esporsi al Covid-19.

I PRECEDENTI E LE ALTRE SPIEGAZIONI
Non è la prima volta che nelle ultime settimane vengono sollevate domande sulla salute del dittatore. Ad agosto, un'analisi delle sue recenti apparizioni pubbliche aveva evidenziato diverse occasioni in cui aveva segni inspiegabili sulla testa, ritenuti lividi dovuti a delle iniezioni. Ma secondo gli analisti la sua assenza "pubblica" potrebbe essere legata anche ad altri motivi di opportunità "politica". Per Madden «le condizioni economiche e sociali interne non sono delle migliori. C'è tensione e il Paese è costretto a tirare la cinghia. Numerosi cittadini nordcoreani, compresi studenti universitari, sono stati mobilitati per lavorare in luoghi come miniere e progetti di costruzione. Hanno aumentato i controlli sociali e demografici. Questo mix può creare circostanze interne molto tese che possono minare l'approvazione pubblica».

L'ULTIMA USCITA
Il dittatore è stato visto pubblicamente l'ultima volta il 9 settembre quando ha posato a Pyongyang con gli operatori sanitari impeganti contro la pandemia. Una foto è stata pubblicata il giorno successivo. Più o meno nello stesso periodo, è stato visto con sua moglie e sua sorella mentre seguiva uno spettacolo durante le celebrazioni della festa nazionale della Corea del Nord.

Qualcosa in più si potrà capire se se parteciperà al Party Foundation Day il 10 ottobre, quando il partito al governo celebra il suo 77esimo anniversario. Non è mancato all'appuntamento per quattro anni di fila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA