In carcere per l'omicidio della moglie, killer riceve lettere d'amore da 9 donne diverse. «Tutte credono sia innocente»

Lettere d'amore dietro le sbarre da 9 donne diverse per il killer O'Really. L'uomo è in carcere per l'omicidio di sua moglie
3 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Agosto 2021, 12:12 - Ultimo aggiornamento: 13:48

L'assassino Joe O'Reilly riceve lettere d'amore in carcere da nove donne diverse. L'uomo è nella prigione di Wheatfield (Dublino) da 14 anni dopo esser stato condannato all'ergastolo per l'omicidio di sua moglie. «Ha più ammiratori di chiunque altro in prigione. Per non si sa quale ragione queste donne sembrano amarlo», ha rivelato al Mirror una fonte del carcere.

Fan e lettere d'amore, «Credono sia innocente»

O'Reilly riceve ancora regolarmente posta dai suoi fan 14 anni dopo esser stato condannato all'ergastolo per l'omicidio di sua moglie Rachel Callaly. Tra i numerosi messaggi, ci sono anche lettere d'amore spedite da nove donne diverse.

Una fonte della prigione ha rivelato: «Joe ha circa nove donne diverse in contatto con lui, e tutte credono che sia innocente. Scrivono tutte regolarmente e lui ama l'attenzione». «Queste donne devono essere davvero sole per essere coinvolte con persone come lui». E ha aggiunto: «Dimenticano tutti che ha ucciso sua moglie ed è stato dichiarato colpevole da una giuria».

O'Reilly ha oggi 49 anni e da quando si trova in carcere di Wheatfield ha perso più di quattro chili. La sua ex amante Nikki Pelley, con cui ha tradito sua moglie per sei mesi prima della sua morte, lo visita ancora regolarmente. La loro relazione sarebbe terminata nel 2017 quando O'Reilly ha perso il suo ultimo appello e da allora i due sono rimasti amici. 

 

O'Reilly, l'omicidio della moglie Rachel

Rachel Callaly, 30 anni, è stata picchiata a morte nell'ottobre 2004 nella camera da letto della casa che condivideva con O'Reilly a Naul, North Co Dublin. L'uomo ha affermato di essere altrove al momento della morte, ma è stato poi incastrato dai dati del suo telefono.

O'Reilly ha lanciato persino un appello nazionale al Late Late Show con la madre di Rachel, Rose, per aiutare a catturare l'assassino. O'Reilly potrebbe essere in libertà vigilata già il prossimo anno, tuttavia la famiglia di sua moglie Rachel è irremovibile sul fatto che debba scontare tutta la sua pena ed è determinata nell'impedire la sua uscita dal carcere.

Bob Kennedy, l'assassino libero dopo 53 anni: «Non sono più il giovane impulsivo di una volta»

Ma tra messaggi e lettere d'amore la vita dietro le sbarre di Joe sembra essere parecchio movimentata. Di recente l'uomo si è messo nei guai dopo essere stato trovato con una chiavetta USB che conteneva film e musica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA