Hugo Maradona, morto a Napoli il fratello minore di Diego: arresto cardiaco mentre era in casa

Se ne va poco più di un anno dopo dal Pibe de Oro

Hugo Maradona, morto a Napoli il fratello minore di Diego: arresto cardiaco mentre era in casa
3 Minuti di Lettura
Martedì 28 Dicembre 2021, 12:32 - Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre, 11:07

Hugo Maradona, il fratello minore di Diego, è morto a 52 anni. È stato stroncato da un arresto cardiaco mentre era nella sua casa in zona Flegrea a Monte di Procida, in provincia di Napoli: inutile l'intervento dei medici, che non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso. Se ne va poco più di un anno dopo il Pibe de Oro, avvenuto il 25 novembre 2020 in Argentina. Alle ultime elezioni comunali di Napoli gli era stata prospettata una candidatura con il candidato civico di centrodestra Catello Maresca, ma non aveva accettato, anche per problemi legati alla cittadinanza
italiana non ancora acquisita. Viveva a Monte di Procida con sua moglie, mentre i suoi tre figli vivono negli Usa. Il suo legale, Angelo Pisani, che lo aveva assistito in iniziative legali promosse in difesa del nome del fratello maggiore, lo ricorda come uno sportivo ancora in attività. «Conduceva una vita sana ed era rimasto attivo nel mondo del calcio», dice.

Maradona, il fratello Hugo in lacrime a Domenica In. «Diego era un padre, ma non lo vedevo da 2 anni»

La carriera: fu acquistato anche dal Napoli

Argentino di nascita, residente a Napoli negli ultimi anni, era quasi dieci anni più giovane del fratello Diego. Hugo ne aveva seguito le orme sui campi da calcio: era passato dall'Argentinos Juniors prima di una stagione a Napoli nel 1987-88. Quindi il trasferimento all'Ascoli con alterne fortune, ha vestito anche le maglie di Rayo Vallecano e Rapid Vienna in Europa. Profondo il cordoglio dei napoletani che erano molto legati a lui. 

Poco dopo la notizia è arrivata anche la nota del club azzurro: «Il Presidente Aurelio De Laurentiis, il Vice Presidente Edoardo De Laurentiis, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra e tutta la SSC Napoli si stringono attorno alla famiglia Maradona e si uniscono al dolore per la scomparsa di Hugo».

Il sindaco: orgogliosi di averlo avuto con noi

«Una persona gentile e perbene, siamo stati orgogliosi di averlo avuto qui sul nostro territorio, nella nostra comunità». Così il sindaco di Monte di Procida, Peppe Pugliese, commenta la notizia della morte di Hugo Maradona. Hugo Maradona risiedeva da diversi anni insieme alla moglie nel piccolo comune dei Campi Flegrei, nella frazione Miliscola quasi al confine con il comune di Bacoli. «Ho avuto modo di conoscerlo - racconta Pugliese - anche se ha sempre fatto una vita molto riservata e noi abbiamo sempre rispettato i suoi spazi. Ha scelto un quartiere bellissimo dove ha beneficiato di una grande tranquillità».

 

Di Diego disse: «Era un secondo padre»

Un anno fa fu ospite a fine novembre di Domenica In e a Mara Venier raccontò il suo rapporto col fratello Diego poco dopo la morte: «Era come un secondo padre, ora è con mamma e papà. Nonostante abbia avuto tutti i problemi del mondo e si faceva male da solo, Diego era una persona buona».

© RIPRODUZIONE RISERVATA