Harry e Meghan, ira dei nativi americani: «Usano la nostra acqua sacra per innaffiare i giardini»

Harry e Meghan, ira dei nativi americani: «Usano la nostra acqua sacra per innaffiare i giardini»
4 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Giugno 2021, 12:53 - Ultimo aggiornamento: 30 Giugno, 09:53

Acqua santa per irrigare i giardini della villa dei duchi di Sussex. Il principe Harry e la moglie Meghan Markle si sono trovati al centro di una contesa con un gruppo di nativi americani. Per gli amerindi, stando a quanto riportato da un tabloid briannico, i reali inglesi starebbero utilizzando dell'acqua sacra per innaffiare i terreni della villa californiana di Montecito.

Il complesso di lusso da 14,7 milioni di dollari della coppia è costruito su un terreno che un tempo apparteneva al popolo Chumash, una tribù che ha le sue radici nella zona. Un'etnia le cui origini risalirebbero a quasi 11mila anni fa. Il nipote della regina e sua moglie non sarebbero i soli, alcune altre abitazioni della zona infatti utilizzerebbero le sorgenti idriche sia calde che fredde dei fiumi sotterranei presenti nella zona.

William, così parlava di Meghan: «Quella dannata donna ha trattato il mio staff in modo spietato», la rivelazione da palazzo

Per la leader della tribù Chumash Eleanor Fishburn, 60 anni, l'acqua, che la sua gente considera sacra, non dovrebbe essere usata per innaffiare i giardini. "Per noi quest'acqua è un'acqua pura, un'acqua santa e un'acqua cerimoniale. E come popolazione autoctona, per noi è sacra e l'idea che le persone della zona utilizzino l'acqua delle sorgenti per le loro case è inaccettabile".

Harry e William, pace dopo la tensione? I due insieme davanti alla statua di Lady Diana: «Ma solo questo non basterà»

Eleanor ha quindi annunciato di aver invitato il principe Harry e Meghan a un incontro per discutere delle alternative e spiegare la storia della tribù.

Il mese scorso, i resti umani di un 'giovane' probabilmente appartente alla tribù Chumash, sono stati portati alla luce in una strada a pochi metri dalla villa di Harry e Meghan. Le ossa, secondo un portavoce dell'ufficio dello sceriffo di Santa Barbara, sono state trovate lo scorso 24 maggio su una strada confinante con la strada della casa della coppia.

Germania, attacca passanti con un coltello: due feriti, aggressore in fuga

Secondo quanto riferito dal portavoce, sono stati scoperti durante la costruzione di edifici nella zona e l'ufficio dello sceriffo ha reclutato anche un antropologo forense per indagare sulle loro origini. I primi rapporti indicano che i resti, trovati a circa tre piedi di profondità, potrebbero essere del popolo Chumash. Al momento è in corso un dialogo con la commissione locale dei nativi americani per determinare i prossimi passi.

Oggi ci sono circa 5mila membri Chumash supestiti, resistita nei secoli nonostante molte difficoltà e abusi. L'anno scorso, Harry e Meghan hanno detto che la storia del Commonwealth "deve essere ricordata", anche se è "scomoda". Durante una videochiamata con i giovani leader del Queen's Commonwealth Trust, Harry ha affermato che il Commonwealth deve seguire altri che hanno "riconosciuto il passato" e stanno "cercando di correggere gli errori fatti".

Le dichiarazioni sembrano essere un colpo all'Impero britannico, governato dagli antenati e che portò alla creazione del Commonwealth.

Regina Elisabetta, l’ultima mossa prima di abdicare: cos’ha chiesto a Harry e Meghan

© RIPRODUZIONE RISERVATA