Harry e Meghan, respinta la richiesta dei Sussex: la docu-serie su Netflix «andrà in onda il mese prossimo»

Il Duca e la Duchessa di Sussex avrebbero cercato di rimandare la messa in onda al 2023

Harry e Meghan, respinta la richiesta dei Sussex: la docu-serie su Netflix «andrà in onda il mese prossimo»
di Sofia Raffa
4 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Novembre 2022, 18:01

Il documentario di Netflix del principe Harry e Meghan Markle andrà in onda tra poche settimane, secondo quanto affermato oggi da fonti del settore.
Il Duca e la Duchessa di Sussex avrebbero cercato di rimandare la messa in onda al 2023, nonostante il gigante dello streaming abbia pagato loro una cifra che si dice sia di 100 milioni di dollari per la serie Fly on the wall.
Negli Stati Uniti ci sono state notizie contrastanti, con Deadline che ha insistito sul fatto che lo show sarà ritardato fino all'anno nuovo, citando i boss che sono «agitati» a causa del contraccolpo della quinta stagione di The Crown. Ma Page Six riporta oggi che non ci sarà alcun rinvio e che «lo show andrà avanti» a dicembre, citando una fonte vicina al progetto. L'insider ha dichiarato: «Per quanto ne so, la docuserie andrà avanti nel corso dell'anno».
La serie ha fatto scalpore su entrambe le sponde dell'Atlantico e si prevede che causerà nuove turbolenze nella Famiglia Reale.

 

Anche Harry ha in cantiere le sue memorie, intitolate Spare
Gli esperti reali sostengono che questi due progetti bomba hanno impedito una riconciliazione con Re Carlo o il Principe William.
Ma dopo la morte della Regina, i Sussex avrebbero voluto «tagliare molto di ciò che hanno detto su Carlo III, la Regina Consorte Camilla e il Principe e la Principessa del Galles» nella loro serie di documentari, secondo un precedente rapporto.
Meghan Markle è persino apparsa prendere le distanze da se stessa e da Harry dal loro imminente e controverso documentario su Netflix circa un mese dopo la morte di Sua Maestà. La Duchessa di Sussex ha suggerito che la direzione del documentario è ora nelle mani della regista di sinistra Liz Garbus «anche se ciò significa che potrebbe non essere il modo in cui l'avremmo raccontato». 

Ha dichiarato in un'intervista: «È bello poter affidare la nostra storia a qualcuno - un regista esperto di cui ammiro da tempo il lavoro - anche se questo significa che potrebbe non essere il modo in cui l'avremmo raccontata noi. Ma non è per questo che la raccontiamo. Stiamo affidando la nostra storia a qualcun altro, e questo significa che passerà attraverso il suo obiettivo. È interessante. Mio marito non ha mai lavorato in questo settore. Per me, che ho lavorato a Suits, è incredibile avere intorno tanta energia creativa e vedere come le persone lavorano insieme e condividono i loro punti di vista. È stato davvero divertente».

Garbus, che avrebbe dovuto lavorare anche alla serie Pearl della Duchessa prima che venisse cancellata da Netflix, è una documentarista e regista e ha anche diretto l'ultima stagione di The Handmaid's Tale, che le è valsa una nomination agli Emmy nel 2021.

In precedenza, una fonte dell'industria hollywoodiana aveva detto che la coppia stava affrontando dubbi sulla serie dopo la morte della regina.

Ha dichiarato: «Sono in corso molte conversazioni. Ho sentito dire che Harry e Meghan vogliono che la serie si tenga fino all'anno prossimo, vogliono prendere tempo. Mi chiedo se a questo punto la serie non sia morta, se Harry e Meghan vogliano solo accantonare questa cosa», hanno aggiunto.

Un insider di Netflix ha inoltre dichiarato: «Netflix ha voluto che lo show fosse pronto per lo streaming a dicembre. C'è molta pressione su Ted Sarandos (amministratore delegato di Netflix)».

© RIPRODUZIONE RISERVATA