Gal Costa morta a 77 anni per un infarto, il messaggio di Lula: «Ha portato il Brasile e i suoi suoni in tutto il pianeta»

Una delle voci più importanti del Tropicalismo brasiliano

Gal Costa morta a 77 anni per un infarto, il messaggio di Lula: «Ha portato il Brasile e i suoi suoni in tutto il pianeta»
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Novembre 2022, 17:39 - Ultimo aggiornamento: 17:58

Gal Costa è morta all'età di 77 anni. La popolare cantante brasiliana aveva cancellato all'ultimo minuto la sua partecipazione al festival Primavera Sound. Il direttore del tour di Gal, Nilson Raman, ha dichiarato che aveva bisogno di riprendersi dopo aver rimosso un nodulo nella cavità nasale destra e che sarebbe stata lontana dalle scene fino alla fine di novembre. Lo riporta Clarìn. L'operazione è avvenuta a settembre, poco dopo l'esibizione di Gal al Festival Coala di San Paolo. Da allora, l'artista non si è più esibita pubblicamente. Secondo l'ufficio stampa, l'artista è morta stamani in seguito a un infarto avvenuto nella sua casa di San Paolo. Il "team Gal" che seguiva la cantante ha rilasciato questo comunicato: «È con profonda tristezza e con il cuore stretto che comunichiamo la scomparsa del cantante Gal Costa, mercoledì 9 novembre mattina a San Paolo. Informazioni sulla veglia e la sepoltura saranno divulgate successivamente. Ringraziamo tutti per l'affetto in questo momento così difficile». 

La sua voce e la sua musica sono indissolubilmente legati al Brasile e al Tropicalismo. I primi a manifestare dolore per la morte di Gal Costa sono infatti le grandi personalità della musica brasiliana come Gilberto Gil e Caetano Veloso. 

Gal Costa è nata a Bahia nel 1945. Era figlia di Arnaldo Burgos e Mariah Costa Pena. Gal non ha mai conosciuto suo padre, morto quando lei aveva circa 15 anni. Nel 1955 conosce Sandra e Dedé (Andreia) Gadelha, future mogli rispettivamente dei compositori Gilberto Gil e Caetano Veloso. Nel 1959 ascoltò per la prima volta alla radio João Gilberto che cantava Chega de saudade di Tom Jobim e Vinícius de Moraes. Nei suoi oltre 55 anni di carriera, Gal ha pubblicato 43 album, registrando 12 DVD e 16 apparizioni televisive. È già stata nominata cinque volte per il Latin Grammy ed è stata vincitrice del Brazilian Music Award (2016) nella categoria miglior cantante.

Nel 1963, Dedé Gadelha gli presenta Caetano Veloso. Da questo incontro è nata una grande amicizia e una profonda ammirazione reciproca.

Il suo debutto risale al 1964: inaugura il Teatro Vila Velha di Salvador de Bahia, accanto a Caetano Veloso, Gilberto Gil, Maria Bethânia, Tom Zé e altri. L'anno seguente incide il suo primo album singolo, con le canzoni Eu vim da Bahia, di Gil, e Sim, foi você, di Caetano. 

 La sua morte ha avuto immediate ripercussioni nel mondo della cultura e della politica in Brasile. Uno dei primi è stato proprio il compositore Gilberto Gil, amico e partner di diversi brani della cantante bahiana. «Molto triste e colpito dalla morte di mia sorella Gaúcha GalCosta», ha scritto sui social. «Ah, Brasile... che vuoto. Senza Gal Costa, che tristezza infinita», ha pubblicato a sua volta la cantautrice Zélia Duncan, mentre l'interprete rock Pitty ha affermato che Costa è stata uno dei «giganti che hanno camminato sulla terra».

Messaggio di cordoglio anche da parte di Luiz Inácio Lula da Silva. «Gal Costa è stata una delle più grandi cantanti del mondo, una delle nostre principali artiste a portare il nome e i suoni del Brasile in tutto il pianeta» ha scritto il presidente eletto del Brasile. «Gal è una costellazione e sarà sempre ricordata per la sua arte sublime, la sua voce espressiva e il suo sguardo da guerriera», ha scritto a sua volta l'ex presidente Dilma Rousseff. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA