Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Francesca Manzini: «Il mio passato tra anoressia, bulimia, abbandoni e violenze: il mio ex fidanzato mi menava tantissimo»

L'imitatrice si racconta senza filtri in Stai Manza. «Avevo annientato me stessa. Sono tornata a vivere a 27 anni quando Chiambretti mi ha chiamato. I segni di quegli anni terribili però sono ancora dentro di me»

Francesca Manzini: «Il mio passato tra anoressia, bulimia, abbandoni e violenze: il mio ex fidanzato mi menava tantissimo»
3 Minuti di Lettura
Martedì 31 Maggio 2022, 11:46 - Ultimo aggiornamento: 12:37

La sua comicità nasconde i suoi dolori, ma ora Francesca Manzini cala la maschera e si racconta con un libro auotbiografico, Stai Manza. Un passato fatto di disturbi alimentari e violenze che l'hanno segnata. «Invece di aprire il mio cuore e confrontarmi onestamente con i miei sentimenti io aprivo il frigorifero. O lo chiudevo, a seconda dell’esigenza». Si confida al Corriere della Sera l'imitatrice delle tv. «Avevo annientato me stessa, avevo abbandonato i miei sogni. Sono tornata a vivere a 27 anni quando Chiambretti mi ha chiamato in tv. I segni di quegli anni terribili però sono ancora dentro di me».

Mara Venier, audio misterioso a Striscia la Notizia: «Io vi butto fuori a calci in c**o»

Francesca Manzini, un passato tra anoressia, bulimia e violenze

Anoressia, bulimia e un padre assente, ecco da cosa nascono le sue paure. «Mi sentivo responsabile della mia famiglia e come figlia mi sentivo inadeguata. Così mi sono ammalata». Il digiuno era una forma di protesta. A 14 anni è arrivata a pesare 72 chili, per poi scendere drasticamente a 47. Disturbi alimentari che l'hanno portata a essere vittima di bullismo: «Mi chiamavano cesso, cellulitica».

Striscia la notizia, Francesca Manzini accanto a Gerry Scotti nella conduzione

Le relazioni tossiche

Male a tavola e male nei sentimenti. L'amore della sua vita era suo padre, ma la delusione ha preso il sopravvento così Francesca si è lasciata trasportare in una serie di relazioni tormentate. «Il mio ex mi menava tantissimo, beveva, mi tradiva». E le relazioni tossiche non sono finite. «Volevo essere ascoltata, accettata. Io prima mi infatuavo degli uomini per dimenticare la delusione che mi aveva dato mio padre».

 

La nuova Francesca (e il nuovo amore)

Con Christian Vitelli pensava di aver trovato l'uomo della sua vita, ma l'amore è naufragato prima del matrimonio con una chiusura improvvisa. Ora sembra serena e felice e aver trovato il suo porto sicuro con Marco Scimia, barbiere di 35 anni e sosia di Johnny Depp. 

È uscita dal tunnel l'attrice, «ho accettato, ma accettare non vuol dire che sei guarito, ma che hai ben chiara la situazione. È il superamento che ti porta il sorriso». E ora Francesca Manzini è tornata a sorride piu' di sempre. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA