COVID

Fabio Rovazzi: «Gilet arancioni, perché le autorità non li hanno fermati? Prendo di petto chi nega il virus»

Lunedì 8 Giugno 2020
Fabio Rovazzi: «Gilet arancioni, perché le autorità non li hanno fermati? Prendo di petto chi nega il virus»

«Il caso dei gilet arancioni in piazza Duomo mi ha stupito. Non per le persone che ci sono andate ma per l'autorità che non si è fatta sentire. E quando qualcuno dice che il coronavirus non esiste lo prendo di petto. Impazzisco. Ho vissuto una tragedia da vicino». A parlare così dei gilet arancioni è Fabio Rovazzi in un'intervista al Corriere. Rovazzi è particolarmente senisibile sull'argomento perché suo nonno è morto proprio per il Covid. «La situazione nelle Rsa era drammatica. Ho vissuto mesi brutti combattendo contro cose assurde. Avrei potuto fare un post di divisione e attacco. Non l'ho fatto per rispetto del nonno e per non sporcare il nostro rapporto. Con i giorni ho capito che cercare il colpevole per una cosa imprevedibile come questa non era utile».

Gilet arancioni in piazza del Popolo senza mascherina, Pappalardo: «Salvini mi ha rubato l'intervista»
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA