Emanuele Filiberto: «Entrare in politica? Potrei pensarci»

Emanuele Filiberto di Savoia
2 Minuti di Lettura
Sabato 17 Novembre 2018, 22:54

«Non si sa mai tra dieci anni cosa può succedere, chi vivrà vedrà», Emanuele Filiberto, per l'ennesima volta, non chiude la porta ad un suo ingresso in politica: ha risposto dubitativo se sia o meno interessato all'interrogativo, arrivando a Busto Arsizio (Varese) per l'inaugurazione di una piazza intitolata a Vittorio Emanuele II.

«Mi dicono che c'erano dei contestatori...12! Contro una piazza piena, bella e simpatica», ha poi commentato postando una foto in rete della piazza gremita in merito alla polemica nata per la scelta dell'inaugurazione nel giorno in cui ricorre l'ottantesimo anniversario della promulgazione delle leggi razziali. Da ieri sera, infatti, un piccolo sit-in di protesta è stato organizzato dall'Anpi di Busto Arsizio a poche centinaia di metri di distanza dalla piazza, presidiata dalle forze dell'ordine. Emanuele Filiberto ha ricordato di aver «sempre condannato queste ignobili leggi razziali», e poi ha aggiunto: «Oggi sono felice di essere qui, la data era stata concordata con l'amministrazione e sono venuto per celebrare Vittorio Emanuele II, padre della Patria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA