Elena Santarelli e la stalker che la perseguita da anni: «Tuo figlio è un cesso, spero che gli torni il cancro»

L'appello della showgirl sui social che ha combattuto con la malattia del figlio: "L'ho denunciata in ogni modo, aiutatemi a segnalare questa persona"

Elena Santarelli e la stalker che la perseguita da anni: «Tuo figlio è un cesso, spero che gli torni il cancro»
di Veronica Cursi
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Ottobre 2021, 13:02 - Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre, 07:11

La perseguita da anni: messaggi minatori, offese. «Cambia profilo ogni due settimane e ogni due settimane augura a mio figlio che torni il cancro nel linguaggio che lei preferisce». Ma ora Elena Santarelli, la showgirl che nel 2017 ha dovuto lottare accanto al figlio Giacomo contro un tumore al cervello,  ha deciso di denunciare pubblicamente la stalker che da tempo la perseguita sul web. E attraverso la sua pagina Instagram ha condiviso la frustrazione per l'impossibilità di fermare la sconosciuta che la tormenta da ormai due anni.

Elena Santarelli compie 40 anni, i teneri auguri di Bernardo Corradi: «Ti ho conosciuto che eri una ragazzina...»

L'incubo della malattia

Nel 2017 è stato diagnosticato un tumore cerebrale a suo figlio Giacomo, il bimbo di 11 anni che ha avuto dal calciatore Bernardo Corradi. È iniziata così, una lunga battaglia che si è conclusa nel 2019, quando il bambino è riuscito a sconfiggere la malattia. E da allora questa stalker perseguita la Santarelli con messaggi in cui augura al ragazzino la morte. L'ultimo l'ha condiviso la showgirl in queste ore sul suo profilo Instagram. E recita così: «Goditi questi momenti....sai certe cose potrebbero ritornare. Comunque il poveretto è proprio un cesso».

Il messaggio sui social

Elena, dopo aver taciuto per due anni, ha deciso di parlare e di chiedere a tutti coloro che la seguono di segnalare l'account della donna che la perseguita. Si tratta evidentemente di un account fake. «Segnalatela in massa - scrive - cambia profilo ogni due settimane e ogni 2 settimane augura a mio figlio che torni il Cancro nel linguaggio che lei preferisce,lo fa così o in un altro modo . Instagram dovrebbe impedire a certe persone di stare sui social. Ho fatto di tutto per segnalarti ,di tutto e non aggiungo altro. Quanto ti vorrei vedere in faccia per capire che Schifo di essere umano sei. Ti vorrei portare nei reparti di oncologia a farti vedere che vita fanno i bambini! Mi tormenti da due anni ,lasciaci in Pace!». 

Immediata la solidarietà da parte di molti personaggi dello spettacolo, da Alessia Marcuzzi a Michela Quattrociocche: «Che schifo, senza parole». Mentre molti scrivono di avere presentato denuncia alla polizia postale, nella speranza che lo stesso social possa fare qualcosa.  

 

Mamma coraggio

Lo scorso febbraio, ospite a Verissimo, la Santarelli raccontò il calvario della malattia ma anche la gioia quando le dissero che suo figlio era guarito: «Tantissime famiglie non vedono la luce in fondo a quel tunnel - disse - Io non sono nessuno in confronto a loro. Spesso mi chiamano mamma coraggio. Qualsiasi mamma fa quello che io ho fatto. Io sono solo una persona nota. Il momento più duro è stato l'ingresso in terapia intensiva. La cosa più brutta è andare a vedere i bambini nelle camere mortuarie. Non è facile, se hai conosciuto quei bambini pieni di vita, non è facile dire una parola di conforto ai genitori, non esistono parole di conforto, solo abbracci. Sono momenti che non nella testa, non li voglio cancellare, ma ogni tanto ci combatto, continuo a conviverci»

L'account rimosso

Nel frattempo lo sfogo di Elena Santarelli, e il suo invito a segnalare in massa l'account, ha sortito i primi effetti e il profilo è stato rimosso. Ma la showgirl è certa che la stalker si ripresenterà finché non sarà individuata dalle autorità competenti. E sarebbe davvero ora. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA