Di Maio, il padre spirituale dell'ex ministro: «Ha capacità per farsi un'altra strada»

L'ex parroco non aveva condiviso la sua idea di fondare un nuovo partito: "Coltivi sempre la speranza cristiana"

Di Maio, il padre spirituale dell'ex ministro: «Ha capacità per farsi un'altra strada»
2 Minuti di Lettura
Martedì 27 Settembre 2022, 18:25 - Ultimo aggiornamento: 18:52

«Come padre spirituale, voglio far sentire a Luigi la mia vicinanza, e voglio dirgli che la vita non finisce con una delusione. Lui ha tutta la vitalità e la capacità per crearsi una nuova strada». Pensiero e parole di don Peppino Gambardella, ex parroco della chiesa San Felice in Pincis di Pomigliano d'Arco (Napoli), frequentata dalla famiglia Di Maio, commenta i risultati delle urne e dei voti racimolati dal partito del ministro degli Esteri in città.

Senatori eletti, chi ha preso più voti? Terzi di Sant'Agata record. E c'è chi entra a Palazzo Madama con solo 1.500 voti

IL DESTINO DI DI MAIO

Don Peppino, che non aveva condiviso la scelta del suo concittadino di fondare un nuovo partito, sottolinea che questo non è il momento «di valutare quelle decisioni». «Non sta a me fare valutazioni - spiega - comprendo il suo momento difficile, forse anche doloroso. Voglio invitare Luigi ad avere sempre la speranza, da cristiano e da credente. Non dia ascolto a chi lo denigra e a chi ora gli volta le spalle. Io mi sento solo di dimostrargli il mio affetto, e ad incoraggiarlo ad andare avanti e ricominciare il suo cammino, e come ha fatto tanti anni fa, a costruirsi una nuova strada».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA