COVID

Ibiza, muore di Covid Brasilio de Oliveira: fondò la festa gay più conosciuta dell'isola

Sabato 19 Dicembre 2020
Ibiza, muore di Covid Brasilio de Oliveira: fondò la festa gay più conosciuta dell'isola

È morto di Covid a San Paolo in Brasile, Brasilio de Oliveira. Aveva 74 anni, brasiliano di origine ma ibizenco di adozione. È lui il fondatore della Troya, la festa gay più conosciuta al mondo che è andata in scena a Ibiza entrando nelle principali discoteche dell'isola: dal Ku al Privilege, all'Amnesia, allo Space, al Pacha e negli ultimi anni all' Heart. A RomaDe Oliveira aveva organizzato eventi nella discoteca Diva, vicino a via Veneto.

Miss Italia è Martina Sambucini, 19enne romana: «No a tv o cinema, sogno di diventare come la Ferragni»

Nell'isola le discoteche rimangono chiuse per motivi sanitari. Il mondo della notte, e la stampa locale lo ricordano come il massimo promotore del movimento Lgtb, una vita passata pensando al divertimento degli altri, e come un personaggio che ha saputo creare il brand Ibiza, grazie all'organizzazione di eventi in cui gli ingredienti principali erano l'esuberanza, la fantasia, la trasgressione e un erotismo debordante. Era soprannominato "El Brujo de Ibiza". "Miss Fantasia", "My Bikini", "Miss Gambe", "Brasile", "La mucca assassina" (che nel 1990 diventerà il nome una notissima serata gay romana) sono solo alcuni dei nomi delle feste e delle sfilate che ha organizzato.

Su change.org è nata anche una petizione per intitolargli una piazza o una via dell'isola. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA