Cortina 2021, il sindacato di polizia contro Gianna Nannini, appello a Malagò: «Non la vogliamo, ha offeso gli agenti»

Il fermo immagine del video di Gianna Nannini
di R.B.
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Gennaio 2021, 08:19 - Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio, 07:45

Il Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) contro la presenza di Gianna Nannini alla Cerimonia d'apertura del prossimo 7 febbraio di Cortina 2021 .

«Per tutti deve essere un orgoglio che i mondiali di Sci si svolgano in Italia - spiega Stefano Paoloni, segretario generale del Sap - cosa diversa la decisione di far esibire sul palco la sera della Cerimonia di apertura, Gianna Nannini, che recentemente ha mostrato mancanza di rispetto nei confronti dei rappresentanti delle istituzioni, i quali si sacrificano quotidianamente sulle strade del nostro Paese per garantire la sicurezza di tutti».

Nevicata da record a Cortina, case e auto sepolte

PRESENZA NON GRADITA

«Ho letto che durante tale cerimonia - continua Paoloni - alcuni tra i nomi importanti della musica italiana saliranno sul palco, ma sapere che tra di essi ci sarà chi ha offeso e deriso chi veste una divisa, mi lascia oltremodo deluso. Mi riferisco al video della Nannini, e alla risonanza che ha avuto per le scene che riguardano poliziotti o comunque forze dell'ordine disegnati con la faccia da maiali. Alle timide scuse dell'artista alla trasmissione tv 'Domenica In' non vi è poi stata consequenzialità, poiché quella parte del video non è stata modificata e tutto ciò, lascia in chiunque abbiamo un senso istituzionale, un profondo senso di amarezza».

LA RICHIESTA AL CONI

«Sapere che ci sarà lei - conclude Paoloni - a rappresentare l'Italia, è estremamente deludente. E faccio appello al Presidente del Coni, Giovanni Malagò, affinché cancelli questa macchia su un evento che tutti gli italiani e appassionati, aspettano da tempo. Personalmente, invito tutti gli italiani di buon senso e che stimano gli appratenti alle forze dell'ordine, a non seguire il momento in cui la Nannini dovesse salire su quel palco. Ricordo che molti atleti che rappresenteranno l'Italia in queste competizioni sono degli appartenenti alle forze dell'ordine o delle forze armate e trovo mortificante che la Nannini li possa immaginare con la faccia da maiale».

La vignetta incriminata

© RIPRODUZIONE RISERVATA