Genitori lasciano figlio nella scuola sbagliata, lui vaga per ore nei corridoi: scatta la "caccia" ai parenti

Dopo aver lanciato l'allarme i familiari del bimbo di 5 anni sono stati rintracciati e l'alunno riconsegnato. Ora rischiano l'accusa di abbandono di minori

Genitori lasciano figlio nella scuola sbagliata, lui vaga per ore nei corridoi: scatta la "caccia" ai parenti
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Ottobre 2022, 00:48 - Ultimo aggiornamento: 17:02

Lo hanno portato (e lasciato) nella scuola sbagliata. Un istituto dove non aveva mai messo piede prima. Motivo? Non è dato sapere. Ma sta di fatto che per colpa di genitori (distratti?) un bimbo di 5 anni ha vissuto ore poco felici quando è stato "scaricato" davanti all'ingresso e si è trovato da solo in un posto e tra persone sconosciute. Ha vagato per ore nel corridoio fino a quando qualcuno non si è accorto della sua presenza e allora è scattata la "caccia" ai familiari.

Bimbo maltrattato dalla maestra all'asilo. «Inseguito, preso a schiaffi e messo a testa in giù»

Genitori lasciano figlio nella scuola sbagliata

La polizia alla fine li ha rintracciati e sono tornati alla Park Lakes Elementary School in Florida, negli Stati Uniti, per "recuperarlo". E ora rischiano probabilmente l'accusa di abbandono di minori, anche se nulla è stato definito. Gli uomini delle forze dell'ordine sono stati chiamati quando gli insegnanti sconcertati non hanno riconosciuto il babmino dopo che vagava per i corridoi.

Il trambusto è stato immediato. E' stata diffusa una una fotografia dell'alunno, sperando che qualcuno potesse aiutare a identificare i suoi genitori. Il piccolo, confuso, non riusciva a dare alcuna informazione buona per risalire ai suoi genitori.

L'ALLARME

Sono stati alcuni rappresentanti politici a diffondere via twitter un avviso: «I deputati della BSO stanno lavorando a un incidente in via di sviluppo riguardante un bambino di 5 anni che si trova alla Park Lakes Elementary di Lauderdale Lakes. Il bambino non sembra essere registrato a scuola e i deputati non sono in grado di localizzare i suoi genitori/tutori». Con l'invito di chiamare al numero delle emergenze. Alla fine i genitori sono venuti fuori, e tutto e finito per il meglio. Almeno per il momento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA