Bill Gates, ecco i due volti: scrittore ambientalista e investitore che punta sui jet inquinanti

Bill Gates, ecco i due volti: scrittore ambientalista e investitore che punta sui jet inquinanti
di Anna Guaita
4 Minuti di Lettura
Domenica 10 Gennaio 2021, 07:53 - Ultimo aggiornamento: 12:38

Bill Gates compare nella lista delle persone più ricche del mondo sin dal 1987, eppure allora il fondatore di Microsoft usava viaggiare in classe economica. Il regolamento della società prevedeva che chi viaggiasse per lavoro dovesse usare la classe turistica, e Bill non voleva differenziarsi dai suoi dipendenti. Ma quei tempi sono ben lontani. Bill continua a non viaggiare in prima classe o in business class, è vero, ma perché ora ha il suo aereo personale, anzi ne ha quattro. E la possibilità di recarsi in ogni angolo del mondo senza dover dipendere dalle rotte delle linee commerciali gli piace tanto, che ha deciso di investire anche nell'acquisto dell'azienda di jet privati Signature Aviation. L'offerta è di 4 miliardi e 300 milioni di dollari, in cordata con la Blackstone, una delle più grandi società finanziarie del mondo. È un investimento molto sicuro, in questa epoca in cui le linee aeree commerciali sono tarpate dai divieti del covid, ma i voli privati godono di una grande libertà di movimento. Tuttavia la mossa ha avuto un'eco che di certo al miliardario deve far poco piacere, è stata accolta con accuse di ipocrisia e di avidità.

Paperoni stellari: Elon Musk sorpassa Jeff Bezos. Grazie a Tesla è lui l'uomo più ricco del mondo


IL BUSINESS E LA PASSIONE

La proposta di acquisto di una linea aerea che gestisce una media di un milione e 600 mila voli annuali, generando con ogni volo un inquinamento del 40% maggiore rispetto a quelli dei jet commerciali, stride effettivamente in modo clamoroso con la passione ambientalista di Gates, che proprio a febbraio pubblicherà il suo manuale sull'ambiente. La tempistica è pessima, e nessuno ha risparmiato le critiche, approfittandone per ricordare quanto sia inquinante lo stesso aereo di Gates, che fa decine di voli ogni anno contribuendo generosamente all'inquinamento da anidride carbonica. È vero, in sua difesa, che lo scorso autunno ha contribuito insieme al collega miliardario Jeff Bezos, a finanziare la start up ZeroAvia, che ha prodotto il primo aereo alimentato a idrogeno e quindi per nulla inquinante. Il progetto della ZeroAvia è di produrre entro il 2023 un aereo a venti posti con un'autonomia di 800 chilometri, ed entro il 2030 un aereo a 100 posti con mille chilometri di autonomia.

Covid, Bill Gates: «Non si tornerà alla normalità finché il virus non sarà eliminato a livello globale»


LA BENEFICENZA
Questo è il tipo di investimento che Gates propone nel libro che uscirà a febbraio, How to Avoid a Climate Disaster (Come evitare un disastro climatico), in cui raccomanda «una rivoluzione dell'economia», con investimenti miliardari dei governi per «nuovi progetti ingegnosi». Lo scorso agosto inoltre, Gates ha scritto un saggio in cui ha ammonito che il disastro climatico causerà entro pochi anni catastrofi umanitarie molto peggiori di quella attualmente in corso per colpa del coronavirus. Il miliardario che da anni ha lasciato il business per dedicarsi alla beneficenza, assicura che ognuno di noi può contribuire al miglioramento del clima. Ma di certo i jet privati non sono contemplati nella sua lezione ambientalista, anche se nel passato lui stesso ha ammesso che viaggiare sul proprio aereo era «un piacere colpevole», che però gli permetteva di portare la sua beneficenza anche in angoli remoti del mondo dove altrimenti non sarebbe potuto andare.

Covid, Bill Gates: «Il virus finirà solo tra due anni, ci attende un autunno molto duro»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA