BELEN

Belen, lo sfogo su Instagram e i dubbi sull'amore e De Martino: «Quello che hai dato tornerà»

Martedì 23 Giugno 2020
Belen, lo sfogo su Instagram e i dubbi sull'amore: «Quello che hai dato tornerà»

Belen Rodriguez rompe il silenzio e si interroga sull'amore. Il suo post su Instagram è una lunga riflessione sui sentimenti e su cosa vuol dire dare e ricevere. Dopo la rottura con Stefano De Martino, la showgirl senza mai nominare il padre di suo figlio Santiago parla di sentimenti e di ferite. «Ognuno riceve quel che dà? - si chiede Belen -  Una frase che non mi hai mai lasciata indiferente, una frase che ha sempre fatto breccia, ma è così per davvero? Cioè se io do amore ne ricevo altrettanto? I dubbi mi assalgono..... Quando ero piccola ne ero assolutamente convinta, mi nutrivo di questo concetto semplicemente perché da piccola ne ho ricevuto tanta ma tanto amore!!! avete mai sentito la frase? non fare mai all’altro quello che non vorresti ti facessero? Non so se si sia la giusta traduzione in italiano ma è spontanea, e questo per me può bastare, potrei andare su google ma non lo faccio, perché io sono questa, improviso ogni volta che mi va, sono disposta ad ascoltare diverse spiegazioni ma oramai sono affezionata alle azioni compiute, detto banalmente non ho più pazienza per i vari blablabla che riempiono i polmoni di cazzate sfuggenti, trovano il tempo che trovano per poi morire. Invece quanto cazzo mi piace vedere ancora occhi imbarazzati dal sentimento, sguardi che si abbassano perché quel che vedono li procura una leggera e piacevole accelerazione cardiaca , quanto mi piace vedere le guance arrossire davanti ad un complimento, quanto mi piace vedere una sigaretta accesa dalla mano di un uomo, un bicchiere versato per lei, una porta aperta piena di gentilezza, una mano forte che ti accarezza il fianco e ti fa passare davanti. Impazzisco ancora per questi gesti che ti raccontano di una generazione che ci precede, ma credo fortemente che le buone maniere devano assolutamente sopravvivere a questa inarrestabile evoluzione, perché sono i dettagli che racconteranno di noi, ogni volta che abbandoneremo una stanza, sono questi gesti che rimarranno impressi, sono le piccole cose che parleranno di te e ti daranno un volto. Quindi io vorrei fare un passo indietro, e soffermarmi alle basi, ai valori, alle uniche cose che contano, vorrei appunto ricevere quel che do? Si potrà fare? Potremo contagiare le persone che ci circondano comportandoci in questo modo idoneo, impregnato di rispetto, di bontà ,mi piace pensare che l’amore si trasforma, che non va mai perduto, l’amore che tu hai dato ritornerà in altre forme, ma sarà sempre amore».

 Tra i tanti commenti, a sorpresa, è spuntato anche quello incoraggiante di Simona Ventura: «Il destino ti porterà tutto l’amore che meriti, bisogna solo avere pazienza di aspettare il momento giusto»

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ogni uno riceve quel che da? Una frase che non mi hai mai lasciata indiferente, una frase che ha sempre fatto breccia, ma è così per davvero? Cioè se io do amore ne ricevo altrettanto? I dubbi mi assalgono..... Quando ero piccola ne ero assolutamente convinta, mi nutrivo di questo concetto semplicemente perché da piccola ne ho ricevuto tanta ma tanto amore!!! avete mai sentito la frase? non fare mai all’altro quello che non vorresti ti facessero? Non so se si sia la giusta traduzione in italiano ma è spontanea, e questo per me può bastare, potrei andare su google ma non lo faccio, perché io sono questa, improviso ogni volta che mi va, sono disposta ad ascoltare diverse spiegazioni ma oramai sono affezionata alle azioni compiute, detto banalmente non ho più pazienza per i vari blablabla che riempiono i polmoni di cazzate sfuggenti, trovano il tempo che trovano per poi morire. Invece quanto cazzo mi piace vedere ancora occhi imbarazzati dal sentimento, sguardi che si abbassano perché quel che vedono li procura una leggera e piacevole accelerazione cardiaca , quanto mi piace vedere le guance arrossire davanti ad un complimento, quanto mi piace vedere una sigaretta accesa dalla mano di un uomo, un bicchiere versato per lei, una porta aperta piena di gentilezza, una mano forte che ti accarezza il fianco e ti fa passare davanti. Impazzisco ancora per questi gesti che ti raccontano di una generazione che ci precede, ma credo fortemente che le buone maniere devano assolutamente sopravvivere a questa inarrestabile evoluzione, perché sono i dettagli che racconteranno di noi, ogni volta che abbandoneremo una stanza, sono questi gesti che rimarranno impressi, sono le piccole cose che parleranno di te e ti daranno un volto. Quindi io vorrei fare un passo indietro, e soffermarmi alle basi, ai valori, alle uniche cose che contano, vorrei appunto ricevere quel che do? Si potrà fare? Potremo contagiare le persone che ci circondano comportandoci in questo modo idoneo, impregnato di rispetto, di bontà ,mi piace pensare che l’amore si trasforma, che non va mai perduto, l’amore che tu hai dato ritornerà in altre forme, ma sarà sempre amore. Belén

Un post condiviso da 𝑩𝒆𝒍𝒆𝒏 (@belenrodriguezreal) in data:

Stefano De Martino a Domenica In. Mara Venier: «Sei dimagrito troppo», l'ex di Belen risponde così
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani