Proscenium, ad Assisi vince Turrini

1 Minuto di Lettura
Martedì 19 Ottobre 2021, 05:00

IL FESTIVAL
ASSISI La terza edizione del Proscenium festival ha sorriso al romano Cristiano Turrini, terzo classificato per la giuria tecnica, vincitore per quella popolare. Con Guernica, canzone dedicata alla vittoria del bene sul male (incurabile), ha convinto anche il paroliere Beppe Dati che l'ha premiato come miglior testo. L'epilogo di un evento che ha fatto il pieno di pubblico e di entusiasmo: sabato sera al Lyrick un Neri Marcoré in grande forma (esilaranti duetti in fiorentino con Masini e in perugino col chitarrista Mangialasche) ha condotto la finalissima con Loredana Torrisi, direttrice artistica del festival con Roberto Lipari. Un teatro sold-out ha visto trionfare il giovane cantautore pugliese Halien, al secolo Pietro Peloso, con Unicorno. Un brano sull'importanza dell'essere unici che ha convinto la giuria di esperti presieduta da Massimo Bonelli, direttore artistico del Concertone del Primo maggio. Una serata animata anche dalle esibizioni live di Amara e Zarrillo e dall'orchestra diretta dal maestro Paolo Ciacci e replicata domenica pomeriggio al Centro commerciale Collestrada con Antonio Mezzancella mattatore del dopo-festival nel quale i 12 concorrenti hanno riproposto i brani in concorso. Premio solidarietà Canticum Unicredit, assegnato all'istituto Serafico.
Fa. Nu.

© RIPRODUZIONE RISERVATA