Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nidi d'estate al via a luglio Si studia un nuovo modello

Nidi d'estate al via a luglio Si studia un nuovo modello
2 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Maggio 2021, 05:01

IL SERVIZIO
Con qualche inevitabile modifica rispetto al passato, e sopratutto dopo lo stop del 2020 per l'emergenza Covid, ripartono i Nidi d'estate. Il Comune ha definito i criteri per rilanciare il servizio, riservato ai bambini tra 12 e 36 mesi iscritti ai nidi d'infanzia comunali. Quest'anno, come detto, l'iniziativa subirà alcune variazioni legate ai protocolli per il contenimento del Covid-19 e all'indisponibilità di alcune strutture interessate da lavori (polo educativo di Case Bruciate, centro per l'infanzia Il Tiglio, i nidi di Villa Pitignano e Pian della Genna).
QUANDO E DOVE
Il sevizio sarà infatti disponibile per le sole prime due settimane di luglio. Dove? Queste le strutture che rientrano nel piano, approvato ieri in giunta su proposta del vice sindaco Gianluca Tuteri: Pinocchio e Aquilone del plesso di Case Bruciate, Orsacchiotto (Ponte Pattoli), Arcobaleno (Ponte San Giovanni), Grillo Parlante (Ferro di Cavallo), Peter Pan (Castel del Piano), Bottega della Fantasia (Ponte d'Oddi), 5 Granelli (San Sisto), Fantaghirò (Santa Lucia).
L'ISCRIZIONE
Novità anche per l'iscrizione. Il Comune ha reso noto che «quest'anno verrà seguito un iter più snello che consentirà di garantire il servizio per le due settimane di luglio in continuità con le attività educative dei bambini e delle bambine che stanno frequentando i nidi d'infanzia a gestione comunale diretta». Per Tuteri, Nidi d'estate «rappresenta un'opportunità fondamentale per le famiglie ed i bambini perché consentono di dare continuità all'attività svolta nel corso dell'anno scolastico. Dopo lo stop forzato del 2020, quest'anno abbiamo deciso di ripartire per le sole prime due settimane di luglio ritenendo che i nidi d'estate siano una imperdibile opportunità educativa, ludica, ricreativa ed una forma di sostegno concreto alle famiglie impegnate nelle attività lavorative».
Nidi d'estate apre la strada verso un nuovo progetto del Comune, Outdoor Education, che partirà dall'inizio del prossimo anno scolastico e che prevede, in sostanza, l'organizzazione di un asilo interamente all'aperto.
Riccardo Gasperini
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA