Autovelox, multe da record

Autovelox, multe da record
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Ottobre 2021, 05:02

IL CASO
Non solo più dell'anno nero con il lockdown. Ma le multe certificate dalla polizia locale di Perugia con l'autovelox hanno superato, in meno di otto mesi di controlli lungo le strade più a rischio, quelle elevate in tutto i 2019, quando non c'era ancora l'emergenza Covid-19.
L'escalation la certificano i dati della polizia locale guidata da Nicoletta Caponi: 4009 multe nel 2019, 4316 nel 2020 e 4388 per il 2021. Ma il dato è ovviamente parziale ed è aggiornato fino al 23 agosto. Questo significa che ogni mese sono più di 550 le multe che la polizia locale infila per eccesso di velocità. Una situazione sempre più pesante. Considerando che non tutti i giorni il comando di Madonna Alta ha la possibilità di mandare im giro la pattuglia e piazzare l'autovelox. Che viene inserito negli speed check, le colonnine arancioni che qualcuno vede come il fumo negli occhi e che nel corso degli anni sono anche state più volte danneggiate dai vandali. Altro dato da non sottovalutare. Fino a che Perugia è stata in zona rissa, la Municipale era super impegnato nei controlli anti Covid-19.
Con 4.388 multe per eccesso di velocità rilevate fino al 23 agosto, la proiezione sui dodici mesi dice che il dato sfonderà ampiamente le 6500 contravvenzioni. Un valore particolarmente alto che dà una chiave di lettura agli oltre 30 incidenti mortali dall'inizio dell'anno che hanno insanguinato le strade della provincia di Perugia.
Certo, non sempre la velocità è stata l'origine di quei numeri drammatici, ma il fatto che si guidi senza rispettare i limiti dà il polso di una situazione che, come hanno più volte sottolineato gli esperti, Aci in testa, dopo il lockdown ha riportato al centro dell'attenzione il tena della sicurezza stradale.
I luoghi più controllati e di conseguenza quelli dove i limiti di velocità vengono superati con più facilità, sono la Strada dei Loggi, via Tuderte, Strada Ospedalone di San Francesco, Marscinese, Tiberina Nord, via dei Trasporti e Lacugnano. Ogni volte che una pattuglia esce e piazza l'autovelox all'interno dei box arancioni degli speed check, sono decine le violazioni riscontrate. Anche con punte di cinquanta-settanta contravvenzione per un turno di controllo.
Quell'elenco di strade fa il paio con le strade più pericolose(lungo la Marscianese martedì sera è morto, a 18 anni, Alessio Galletti, sbalzato dallo scooter e poi travolto) dove i passaggi delle auto a fronte del limite di cinquanta chilometri all'ora fanno registrate punte anche di venti-trenta chilometri superiori. Considerando che in genere un autovelox viene tarato con una velocità di riferimento superiore a quella del limite, è facile immaginare che la maggior parte delle oltre 4mila multe elevate fino al 23 agosto hanno visto gli automobilista sfrecciare davanti agli speed check a velocità esagerate. La polizia locale ha messo in strada nelle zone no servite dalle colonnine arancioni anche il telelaser.
Luca Benedetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA