Tasi, esenzione per uno su tre

1 Minuto di Lettura

L'IMPOSTA
Quattro giorni alla scadenza della rata, tra polemiche, ma anche esenzioni. Entro giovedì 16 ottobre, proprietari di abitazioni e inquilini dovranno versare la prima rata della Tasi, sostanziale erede dell'Imu. A Rieti, nei giorni scorsi, non sono mancate le polemiche sul calcolo. Ma il Comune ricorda l'impostazione adottata. «Rieti è tra i capoluoghi di provincia dove la Tasi sulla prima casa è diminuita di più rispetto all'Imu del 2012 - ricordano dal Comune. - E' stato introdotto un meccanismo che consente di esentare totalmente dal pagamento i proprietari di un'abitazione principale con rendita catastale bassa ed è stato stabilito che il contribuente, in ogni caso, non potrà pagare di più del 2012, ultimo anno in cui era in vigore la tassazione sia sulla prima che sulla seconda casa». «E' il risultato - osserva il sindaco, Simone Petrangeli - di una politica fiscale equa e attenta alle esigenze delle famiglie se consideriamo anche la diminuzione della Tari rispetto al 2013». Le agevolazioni, secondo le stime, coinvolgono un terzo dei proprietari, con circa 4.000 contribuenti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 12 Ottobre 2014, 06:23