Mercato settimanale di Gaeta, trasferimento all'Avir rinviato

Mercato settimanale di Gaeta, trasferimento all'Avir rinviato
di Andrea Gionti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Settembre 2021, 15:16

E' stata scongiurata a Gaeta l'ipotesi del trasferimento del mercato settimanale nell'area decentrata di Bevano, sgradita agli operatori e alla clientela. Solo una parte degli ambulanti si trasferirà provvisoriamente tra due settimane, presumibilmente il 13 ottobre, nell'area dell'ex vetreria Avir. Si tratta degli operatori del settore ortofrutticolo e di parte dell'abbigliamento che attualmente hanno i banchi di vendita nel piazzale di via del Piano, dove stanno iniziando i lavori di sistemazione per conto del Consorzio Industriale Sud Pontino e, pertanto, si renderà presto indisponibile. Soltanto in un secondo tempo, tra un paio di mesi o poco meno, avverrà il trasferimento completo, nell'area ristrutturata dell'ex Avir, anche degli ambulanti che attualmente operano in via Venezia e Corso Italia.


L'accordo è stato faticosamente raggiunto nel primo pomeriggio di ieri in un incontro in municipio, al quale hanno partecipato l'assessore alle Attività produttive Massimo Magliozzi, il funzionario comunale Giacomo Ciccariello e i rappresentanti sindacali dell'ANA-Ugl, della Confcommercio, della Confesercenti e del Goia. «L'accordo con l'amministrazione comunale, che giunge al termine di vari incontri anche animati - sottolinea Marrigo Rosato, segretario nazionale dell'Ana-Ugl - trova finalmente soddisfatti i sindacati di categoria e gli stessi lavoratori. Si tratta di una soluzione provvisoria, che riguarda al momento una parte degli ambulanti, quelli di via del Piano, ma che diventerà definitiva dopo che sarà sistemata l'area dell'ex Avir e si definiranno la planimetria e le graduatorie per l'assegnazione degli spazi per i banchi dei vari settori finora dislocati nelle tre zone di via del Piano, via Venezia e Corso Italia».

E' stata annullata - nella riunione di ieri pomeriggio in Comune, preceduta da un incontro piuttosto animato in piazza Trieste tra gli ambulanti e l'assessore Magliozzi - anche l'ipotesi, ventilata nelle scorse settimane dallo stesso Comune e non accolta positivamente dagli esercenti, di un trasferimento degli operatori sia di via del Piano che di via Venezia nell'area dell'ex vetreria. Ieri mattina, intanto, non hanno potuto effettuare la vendita in via del Piano, per gli spazi occupati dal cantiere del Consorzio, gli operatori della Coldiretti. E si è positivamente conclusa anche un'altra spinosa vicenda, quella del nuovo mercato ittico coperto realizzato dall'Autorità portuale in località Porto Salvo, dove sono state finalmente consegnate le chiavi dei cancelli agli assegnatari in attesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA