Vigili, boom di multe il record va alle auto senza assicurazione

Vigili, boom di multe il record va alle auto senza assicurazione
2 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Febbraio 2021, 05:01

IL PUNTO
Ammonta a 20.700 il numero delle multe per violazione al Codice della strada elevate dalla Polizia Locale di Latina nel corso del 2020. Un tesoretto che rimpolpa il bilancio comunale nelle entrate extra tributarie, per un ammontare netto di 1.540.177 euro. Il 50% di questa somma, pari a 770.088,50 euro sarà speso, oltre che per il servizio di Polizia locale, per i servizi Trasporto e di Pronto intervento e manutenzione. Tra le sanzioni più ricorrenti nel corso del primo anno Covid quelle relative ai divieti di sosta, ma a seguire quelle per l'uso del telefono cellulare durante la guida.
ENTRATE
La giunta del sindaco Damiano Coletta, l'altro ieri, ha deliberato la determinazione dell'importo derivante da questo tipo di sanzioni da iscrivere al titolo delle entrate extra Tributarie. Sono previsti, per l'anno 2021, accertamenti di entrata per un importo lordo di complessivi 4.063.000 euro, così ripartito: 1.654.000 euro quale provento dalle multe, 959.000 euro per i ruoli del 2019 e 1.450.000 euro per i ruoli del 2020. Dalla somma complessiva di oltre quattro milioni di euro vanno sottratte le spese di accertamento e di notificazione, valutabili, per l'esercizio 2021, in 310.000 euro e 2.160.391,20 euro per il fondo crediti di dubbia esigibilità. Ed ecco quindi che si arriva ai 1.540.177 euro.
Oltre 770mila euro saranno utilizzati in base alla delibera predisposta dal comandante della Polizia Locale Francesco Passaretti su indirizzo del vicesindaco Maria Paola Briganti - per il miglioramento della circolazione stradale, per la manutenzione degli impianti semaforici e per la segnaletica stradale orizzontale e verticale, per la manutenzione ordinaria delle strade e della segnaletica stradale, per l'acquisto di automezzi e motomezzi per i servizi di polizia stradale.
I NUMERI
Nell'anno di inizio pandemia si è circolato di meno, facendo registrare un netto calo delle sanzioni per omessa revisione del mezzo, complice anche il rinvio delle scadenze proprio per l'esplosione dell'emergenza sanitaria: 132 le multe elevate nel 2020, per un importo di 26.106 euro, contro i 412 verbali del 2019, per un totale di 85.141,5 euro. Maggiore attenzione, invece, è stata prestata per arginare il consueto e scorretto, quanto pericoloso, uso del telefono cellulare durante la guida: nel 2020 comminate 257 multe, per la ragguardevole somma di 92.886 euro; nel 2019 i verbali per la stessa violazione erano stati 91, per 14.687 euro. In leggero calo il numero delle più frequenti sanzioni per divieto di sosta, 3.460 i verbali nel 2020 contro i 4.188 del 2019, ma nel 2020 il provento complessivo è stato più elevato, pari a 292.205 euro contro i 252.037 euro del 2019. Confermato il trend in aumento, registrato negli ultimi anni, delle sanzioni più salate in assoluto 800 euro - per omessa copertura assicurativa: 155 verbali nel 2020, per ben 127.596 euro, contro i 107 del 209 per 81.168,5 euro. Tra le cifre più importanti, spiccano i 92.886 euro per 257 verbali nel 2020 per mancanza di documenti al seguito; 109.718,13 per 306 nel 2019.
Rita Cammarone
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA