Vaccini, tutto pronto per la fascia da 5 a 11 anni. Intesa tra Asl e pediatri

Vaccini, tutto pronto per la fascia da 5 a 11 anni. Intesa tra Asl e pediatri
di Rita Cammarone
4 Minuti di Lettura
Sabato 20 Novembre 2021, 05:02 - Ultimo aggiornamento: 08:54

 Una rete mista per la vaccinazione anti-Covid dedicata ai bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. La sta organizzando la Asl di Latina, su indicazioni della Regione Lazio, in attesa dell'autorizzazione da parte dell'Aifa prevista a breve, visto che l'Ema ha già avviato la valutazione sull'uso del vaccino Pfizer per gli under 12 prevedendo la conclusione dell'iter entro il 29 novembre. «Vaccinare la fascia dai 5 agli 11 anni è l'unico modo per arginare l'avanzata del contagio scolastico dagli asili alle elementari. In questo senso ci stiamo organizzando con una rete mista per le somministrazioni», ha detto l'altra sera Silvia Cavalli, direttore generale della Asl di Latina, in occasione di una diretta Facebook con il sindaco del capoluogo Damiano Coletta.

LA RETE MISTA

La manager della Asl pontina ha spiegato che per la vaccinazione anti-Covid dedicata a questa fascia di età saranno coinvolti i pediatri di libera scelta e i medici di medicina generale, qualora i bambini interessati risulteranno già loro pazienti, e i tre reparti di Pediatria esistenti sul territorio, vale a dire presso gli ospedali di Latina, Fondi e Formia, previa prenotazione da effettuarsi sul portale Salute Lazio.
Dunque, una rete mista con due/tre modalità di accesso. «Nei tre reparti pediatrici ha aggiunto la dottoressa Cavalli saranno organizzati altrettanti centri vaccinali riservati ai bambini di questa fascia di età, dove i genitori troveranno un pediatra che potrà fornire spiegazioni e fugare eventuali dubbi».

L'ADESIONE

Chiamati di nuovo in prima linea, i pediatri pontini hanno già dato la loro fattiva adesione alla campagna vaccinale anti-Covid anche per i più piccoli. «La Asl ci ha chiesto se eravamo disponibili, invitandoci a fornire risposta. Cosa che abbiamo già fatto», ha confermato il dottor Giovanni Cerimoniale, segretario della sezione di Latina della Fimp (Federazione italiana medici pediatri).
L'adesione dei pediatri iscritti a questo sindacato è stata altissima, confermando il precedente impegno anti-Covid per gli over 12 e per la vaccinazione antinfluenzale dei piccoli pazienti. «In provincia di Latina ha precisato Cerimoniale la percentuale di adesione dei pediatri Fimp alle diverse campagne vaccinali è stata la più elevata nel Lazio. Per quanto riguarda nello specifico la vaccinazione anti-Covid 5-11 anni, alla quale abbiamo aderito, attendiamo che il funzionario preposto ci convochi per fornire disposizioni più dettagliate».

NUOVA FORNITURA

Intanto, all'ospedale Goretti di Latina è attesa per lunedì, 22 novembre, una fornitura di 10mila dosi di vaccino Moderna. Sarà recapitata attraverso il corriere Sda Express Courier, confermando l'impegno di Poste Italiane nella distribuzione dei vaccini su tutto il territorio nazionale. In questi giorni, per conto del Commissariato per l'Emergenza Sanitaria, 35 furgoni speciali della flotta di Sda Express Courier stanno consegnando in tutt'Italia 1.468.600 dosi di vaccino Moderna. Oltre che nel Lazio, i mezzi Sda, in collaborazione con Esercito Italiano, Carabinieri, Marina Militare e Aeronautica Militare, sono in consegna in Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. Nel Lazio faranno tappa oltre che al Goretti di Latina anche all'ospedale dei Castelli, ad Ariccia, per consegnare altre 10mila dosi di vaccino Moderna.
Nel suo intervento social, la direttrice generale Cavalli ha sottolineato che la terza dose di vaccino anti-Covid è fondamentale e che «non bisogna avere paura di farla o di rinviarla perché si ha ancora il green pass valido».
Rita Cammarone
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA