Tribunale di Latina, boom di aste giudiziarie

Tribunale di Latina, boom di aste giudiziarie
di Elena Ganelli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 10 Gennaio 2022, 05:01 - Ultimo aggiornamento: 11:20

L'ultimo trimestre del 2021 ha segnato anche in provincia di Latina una ripresa delle aste immobiliari dopo un periodo, abbastanza prolungato peraltro a causa dell'emergenza Covid, di quasi paralisi. Nel mese di gennaio sono in programma ben undici aste che segnano una crescita nell'ambito del mercato immobiliare del territorio pontino. A trainare il settore è indubbiamente la ripresa delle attività giudiziarie che sono rimaste ferme causa lockdown: nel periodo di maggiore emergenza infatti le vendite sono state sospese e rinviate e soltanto dallo scorso settembre hanno ripreso regolarmente.

I DATI

Secondo i dati ufficiali raccolti dagli analisti del settore nel terzo trimestre 2021 la tipologia di immobili che ha subito una riduzione più marcata è quella residenziale. Essa ancora risente della sospensione delle procedure giudiziarie su immobili prima casa. Questa misura è venuta meno a fine giugno ma vi è ancora poca reattività dei Tribunali nella pubblicazione delle aste giudiziarie in linea generale ma a piazza Buozzi gennaio sembra rappresentare un'inversione di tendenza. La prima asta immobiliare si è tenuta il 7 e nelle prossime settimane ne sono state fissate altre dieci per l'11, 12, 13, 14, 17, 18, 18, 20, 24, 26 e 28 del mese. Complessivamente sono 157 i beni immobili che saranno messi all'asta, dislocati in diversi Comuni della provincia. A fare la parte del leone è ovviamente Latina, seguono Sabaudia, Terracina e Aprilia. E l'asta non riguarda soltanto civili abitazioni, quindi appartamenti o ville, ma anche altri beni inclusi terreni e magazzini.

Nell'appuntamento dell'11 gennaio con ben 44 vendite - ci sono ad esempio undici cantine nella città delle dune, alcuni fabbricati ad Aprilia e alcuni terreni sui Lepini. Il 18 gennaio sono 48 i beni acquistabili e tra questi un mega albergo in corso Vittorio Emanuele a Sabaudia il cui prezzo base è fissato in oltre 3 milioni di euro, alcune abitazioni di classe economica popolare a Cisterna, alcune abitazioni, fabbricati e un magazzino a Latina. Il giorno successivo sarà messa in vendita un'abitazione in un villino all'interno di uno dei consorzi in località Foceverde mentre tra le 44 vendite del 25 gennaio figurano tra gli altri quattro terreni a Sezze, due appartamenti a Fondi, alcune abitazioni a Terracina e Aprilia mentre nell'asta del 28 gennaio c'è un'abitazione in villa a Latina il cui prezzo base è fissato in oltre mezzo milione di euro e un locale adibito a uffici in via Monti Lepini sempre nel capoluogo pontino.

Numerose anche le aste fissate per il mese di febbraio: in 19 udienze saranno messi in vendita 129 beni immobili e il 1 marzo in una sola seduta ce ne sono inseriti altri 251. Superato il blocco per le prime case ora si sta recuperando il tempo perduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA