Sveglia all'alba, si corre per sostenere le famiglie dei bimbi malati di tumore

Sveglia all'alba, si corre per sostenere le famiglie dei bimbi malati di tumore
2 Minuti di Lettura
Martedì 21 Settembre 2021, 05:05

LILT, SOLIDARIETÀ
Una corsa all'alba per aiutare le famiglie dei bambini malati di tumore. Si chiama Pigiama walk and run l'iniziativa della Lilt che, lanciata a Milano qualche anno fa, ha finito per coinvolgere numerose altre città, tra le quali Latina. Così venerdì prossimo, il 24 settembre, il parco San Marco a partire dalle 6 del mattino ospiterà la storica corsa o camminata all'alba non competitiva, organizzata dalla Lilt di Latina. Un'iniziativa per raccogliere fondi per i bambini malati di tumore, con lo scopo di sostenere le famiglie dei piccoli pazienti nelle spese di viaggi e trasferte per effettuare le visite e gli esami necessari. Si potrà correre in tutta Italia in versione anywhere o in presenza a Latina presso il parco San Marco rigorosamente in pigiama. La corsa avrà una durata di 45 minuti. Per partecipare è necessario un contributo di 15 euro che si può versare in due modi: alla sede Lilt Latina, in via Lucia Scaravelli presso il Padiglione Porfiri dell'ospedale Goretti, o tramite bonifico bancario a favore della Lega Italiana Lotta contro i tumori con le seguenti coordinate: Unicredit Banca di Roma Corso Matteotti Latina IT 54 C 02008 14707 000400980181, specificando nella causale Pigiama Walk and Run e nome e recapito telefonico per essere poi contattati e ritirare il pacco gara. La manifestazione è patrocinata dalla Provincia di Latina, dal Comune di Latina e dalla Fimp Federazione Italiana Medici Pediatri. «Dopo due anni di pandemia abbiamo dovuto reinventarci un modo per fare solidarietà a distanza e diffondere e sostenere la cultura della prevenzione oncologica ma adesso stiamo ritornando a mettere in campo le nostre iniziative spiegano dalla Lilt di Latina per raccogliere fondi per sostenere chi ne ha bisogno». E venerdì mattina la sveglia all'alba sarà per una buona causa.
E. Gan.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA