Slot machine fuori orario raffica di multe

2 Minuti di Lettura
Venerdì 7 Novembre 2014, 05:47

FORMIA
Oltre diecimila euro di multa sono stati inflitti nelle ultime settimane dalla polizia municipale di Formia agli esercenti che non hanno ottemperato all'ordinanza sindacale che disciplina gli orari di attivazione di slot machine e video lottery in sale da gioco, bar e negozi. Tre, al momento, sono state le sanzioni comminate, di cui una molto salata a carico di una sala da gioco di recente apertura ad Acquatraversa, responsabile di aver diffuso volantini pubblicitari, attività vietata dalla legge regionale del Lazio n. 5 del 2013 oltre che dal regolamento comunale. Il Consiglio comunale del 29 settembre scorso aveva adottato il regolamento per la disciplina delle sale da gioco e dei giochi leciti, prevedendo distanze minime da luoghi sensibili (tra questi, scuole, sale cinematografiche, teatri, spiagge e stabilimenti balneari) e la possibilità per tutti gli esercenti di adeguarsi alle nuove norme entro il 31 marzo 2014. Il sindaco Sandro Bartolomeo aveva poi emesso l'8 ottobre un'ordinanza che stabilisce gli orari massimi di attivazione delle macchinette, dalle 10 alle 20. E da un mese sono pertanto scattati, ad opera dei vigili urbani, i controlli a campione su sale giochi ed esercizi che ospitano all'interno slot e videolottery.
«Fissate le regole, dobbiamo garantirne il rispetto - osserva la delegata comunale alla Legalità Patrizia Menanno - Per questo abbiamo disposto che la polizia municipale assicuri la vigilanza in particolare sul divieto di pubblicità e sugli orari di attivazione delle macchinette. I controlli proseguiranno per tutti gli esercizi sul territorio, anche grazie alle quotidiane segnalazioni dei cittadini. I proventi derivanti dalle sanzioni saranno utilizzati per finanziare attività di sensibilizzazione e contrasto al fenomeno delle ludopatie». «Non sarà il regolamento a eliminare il fenomeno delle ludopatie - aggiunge Bartolomeo - ma faremo tutto il possibile per ridurre l'accesso al gioco».
Sandro Gionti
© RIPRODUZIONE RISERVATA