Senza mascherina né biglietto botte al controllore

2 Minuti di Lettura
Domenica 12 Settembre 2021, 05:03

IL CASO
È salito sull'autobus senza preoccuparsi di indossare la mascherina, assolutamente obbligatoria sui mezzi di trasporto, e anche di comprare il biglietto. E per tutta risposta, di fronte alla sanzione, ha reagito con violenza picchiando il controllore. I fatti sono accaduti nella giornata di venerdì nel capoluogo pontino, a bordo di un mezzo del Cotral che percorreva la tratta pomeridiana Latina- Anzio. L'uomo, classe 1961, è entrato nell'autobus insieme alla compagna, ha comodamente preso posto in attesa di compiere il viaggio verso Anzio ma senza la mascherina. Quando il controllore si è avvicinato invitandolo a mettere il dispositivo di protezione ha ricevuto una risposta negativa. Ha quindi chiesto di mostrare il titolo di viaggio e anche in questo caso entrambi ne sono risultati sprovvisti. A quel punto ha deciso di sanzionarli e alla richiesta di scendere dal mezzo ha scatenato la reazione violenta del 60enne. Il passeggero si è infatti scagliato improvvisamente sul controllore a ha iniziato a picchiarlo con violenza colpendolo con una raffica di pugni e morsi. L'autobus è stato bloccato e il conducente ha allertato immediatamente la sala operativa della questura chiedendo l'intervento di una pattuglia. Gli agenti della squadra volante hanno raggiunto il mezzo e, ricostruito l'accaduto, hanno denunciato l'uomo per il reato di violenza a pubblico ufficiale. Oltre alla denuncia a carico dell'uomo, per la coppia è scattata anche una doppia sanzione per la mancanza del biglietto e per la violazione delle misure di contenimento del covid. Un episodio analogo, a bordo di un bus di linea, si è verificato anche a Terracina. In questo caso è finito agli arresti un cittadino indiano di 39 anni che aveva dato in escandescenze aggredendo il conducente e altri passeggeri prima di essere bloccato dagli agenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA