Santo Stefano tavolo operativo per l'ex carcere

Santo Stefano tavolo operativo per l'ex carcere
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Febbraio 2022, 20:35

Prima riunione del Tavolo di coordinamento operativo sul progetto di recupero e valorizzazione del''ex carcere di Santo Stefano, voluto dal prefetto di Latina Maurizio Falco e dalla commissaria del Governo Silvia Costa. La riunione, presieduta proprio dal prefetto, si terrà per l'occasione proprio sull'isola di Ventotene e vedrà anche la partecipazione della nuova commissaria prefettizia Monica Perna, di recente nominata dopo la caduta della consiliatura guidata dal sindaco Gerardo Santomauro, dei vertici provinciali delle forze dell'ordine, del comandante dei vigili del fuoco, della capitaneria di porto di Gaeta e del direttore territoriale di Invitalia. Il Tavolo avrà il compito di valutare le possibili ricadute di questo percorso di riqualificazione sul territorio, con particolare attenzione sia all'attività amministrativa e di sicurezza sia al ruolo che giocheranno le istituzioni della provincia. Si entra dunque nel vivo delle attività e l'obiettivo prioritario è quello di abbattere i tempi burocratici e portare a compimento le fasi di recupero di questa complessa opera che il territorio attende da troppo tempo. Il Tavolo di coordinamento risponde poi all'esigenza di garantire un confronto costante tra i molteplici enti coinvolti e la trasparenza necessaria su ogni fase. «Dopo il commissariamento del Comune di Ventotene, - spiega la commissaria Silvia Costa - ci è sembrato giusto tenere la prima riunione del Tavolo tecnico a Ventotene per dare forte continuità all'azione amministrativa nella realizzazione del progetto di Santo Stefano in concomitanza con l'avvio dei lavori di messa in sicurezza e di restauro. In parallelo a questa azione in questi giorni abbiamo condiviso con la commissaria prefettizia e la dirigente del Comune una serie di incontri con la Regione Lazio per facilitare la partecipazione del Comune alle opportunità dei bandi regionali e del Pnrr. Tutto dunque nell'ottica della continuità e della celerità. Dopo questa prima convocazione i lavori proseguiranno sotto il coordinamento del vice prefetto Monica Perna, insieme ai tecnici e ai soggetti designati dai vertici provinciali delle forze dell'ordine.
La.Pe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA