Ritirato in extremis a Lenola il premio da centomila euro

Ritirato in extremis a Lenola il premio da centomila euro
di Mirko Macaro
3 Minuti di Lettura
Domenica 19 Settembre 2021, 05:03 - Ultimo aggiornamento: 08:31

Il mistero sulla sua identità continua a restare intatto, ma la caccia aperta negli ultimi giorni, con tanto di appelli pubblici, ha dato i propri frutti: dopo mesi di buio pesto i 100mila euro vinti a Lenola ad inizio estate hanno un padrone anche formalmente.

Il vincitore ha fatto un passo avanti, evitando che la consistente somma sfumasse per restare in maniera definitiva nelle casse della Sisal, rendendo vana la strizzata d'occhio della dea bendata. Un palesarsi quasi sul filo di lana, per il fortunato giocatore: il concessionario statale aveva dato venerdì 24 settembre come ultima scadenza per la riscossione. Il biglietto d'oro era stato emesso presso il bar tabacchi La Dolce Vita, attività di via San Martino gestita da Lorella Verardi e dai suoi familiari.
 

I 100mila euro sono stati assegnati grazie a un tagliando da soli 3 euro partecipante a un concorso di sabato 26 giugno, un'estrazione nell'ambito di Estate 100x100, iniziativa speciale con in palio 10 milioni di euro complessivi e collegata al cosiddetto numero Superstar del Superenalotto. Un gioco addizionale valso decine di migliaia di euro che rischiavano di sparire per sempre. «Non sappiamo le ragioni che abbiano spinto il vincitore ad attendere quasi 3 mesi» sottolineano dall'ufficio premi Sisal di Roma. «Ma il dato certo è che il fortunato ha ritirato e incassato la vincita e da oggi potrà realizzare i suoi progetti».

Il vincitore ritardatario, noto al solo concessionario, si è recato a riscuotere i soldi a metà settimana. E, considerando le tempistiche, viene facile pensare che a risultare decisivi in tal senso siano stati proprio gli appelli lanciati di recente dalla Sisal e dai titolari del bar , oltre che dallo stesso sindaco del paese. Comunque sia, una storia a lieto fine.
Pur non escludendo altri colpi di scena, nella vicenda c'è solo una lieve punta di amarezza: «Gli uffici Sisal ci hanno confermato la vincita sabato mattina, senza ovviamente fornirci altre indicazioni, ma da noi non è ancora passato nessuno» commentano dall'attività che ha emesso il biglietto. «È il nostro lavoro e non pretendiamo certo denaro o altri riconoscimenti. Però non nascondiamo che almeno un ringraziamento da parte dell'interessato ci avrebbe fatto molto piacere. Chissà, magari non avrà avuto tempo. A prescindere da questo, anche se non sappiamo se li abbia vinti qualcuno del posto o solo di passaggio, siamo contenti che quei 100mila euro siano stati incassati prima che fosse troppo tardi. Sarebbe stato davvero un peccato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA