Nuovi scavi per la fibra ottica Al via i lavori per la rete Tim

Nuovi scavi per la fibra ottica Al via i lavori per la rete Tim
2 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Novembre 2021, 05:02

I LAVORI
Dopo anni di scavi per la fibra ottica di OpenFiber, le ruspe sono tornate in azione, stavolta per installare i cavi della rete FiberCop di Tim. Più di qualche cittadino ha notato l'avvio dei lavori in zone già coperte da OpenFiber, sia in centro che nei quartieri residenziali, domandandosi se fosse proprio necessario ricominciare a effettuare i tagli nei tratti di strada che proprio recentemente sono stati rifatti.
Abbiamo contattato Tim che, attraverso l'ufficio stampa, ha spiegato in che modo stanno portando avanti la cablatura del capoluogo pontino: «A Latina Tim sta lavorando sulla base di un piano triennale il cui cronoprogramma è concordato con il Comune che sulla base di questo rilascia le autorizzazioni. I permessi rilasciati dal Comune sono pubblicati sull'Albo Pretorio. Stiamo utilizzando le infrastrutture Tim disponibili e vengono effettuati scavi solo dove necessario. Se ci sono infrastrutture di altri gestori ne viene richiesto l'utilizzo che dipende dalla disponibilità del proprietario dell'infrastruttura».
In poche parole Tim sta utilizzando la rete attuale dei cavi in rame di sua proprietà per evitare ulteriori interventi. Dove è possibile, in base agli accordi, utilizza anche la rete creata da OpenFiber ma in qualche caso nessuna delle due soluzioni consente di coprire l'area individuata nel piano. E dunque, a quel punto, diventa necessario effettuare nuovi scavi per completare la copertura.
I cittadini hanno notato, negli ultimi giorni, una serie di interventi in pieno centro, in particolare in Corso della Repubblica, dove si è proceduto soprattutto all'installazione dei tombini con il passaggio della fibra collegando i punti raggiungibili. Ma altri interventi sono stati effettuati nelle scorse settimane in alcune zone residenziali, ad esempio alle Covelli.
Tim, nel febbraio scorso, ha annunciato il piano di cablaggio che, con un investimento stimato di circa 9,5 milioni di euro e in sinergia con l'Amministrazione comunale, porterà la fibra ottica fino alle abitazioni per rendere disponibili collegamenti ultraveloci fino a 1 Gigabit/s.
Il capoluogo pontino è stato inserito nel programma nazionale di copertura di FiberCop che realizzerà la rete di accesso secondaria in fibra ottica nelle aree nere e grigie del Paese per sviluppare soluzioni FTTH (Fiber To The Home) secondo il modello del co-investimento aperto previsto dal nuovo Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche.
L'obiettivo è collegare circa 33.500 unità immobiliari alla conclusione del piano, prevista entro il 2023. La società aveva già rassicurato la cittadinanza spiegando che «per la posa della fibra ottica saranno utilizzate, laddove possibile, le infrastrutture già esistenti. Nel caso sia necessario effettuare scavi, questi saranno realizzati adottando tecniche innovative a basso impatto ambientale, con interventi sulla sede stradale di circa 10-15 centimetri».
Marco Cusumano
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA