Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mercato coperto di Latina, crollano pezzi di intonaco: intervento dei vigili del fuoco

Mercato coperto di Latina, crollano pezzi di intonaco: intervento dei vigili del fuoco
di Monica Forlivesi
2 Minuti di Lettura
Martedì 16 Febbraio 2021, 05:03 - Ultimo aggiornamento: 14:30

IL CASO
Cadono pezzi di intonaco dal mercato coperto di Latina chiuso ormai da anni. In via don Morosini sono arrivati nel pomeriggio di ieri i vigili del fuoco che allertati da alcune segnalazioni hanno verificato la situazione e chiesto al Comune di transennare la zona e mettere in sicurezza al più presto la struttura. L'intervento è scattato nel primo pomeriggio, i vigili del fuoco hanno utilizzato una piattaforma aerea per verificare le condizioni del perimetro esterno dell'edificio ammalorato in più punti e da cui si erano staccati dei pezzi di intonaco.
Maesi fa, come si ricorderà il terrazzo superiore della struttura era rimasto allagato e le infiltrazioni d'acqua hanno danneggiato i muri esterni della struttura.


Sul posto è intervenuta una pattuglia di vigili urbani quindi i funzionari del Comune. «L'intervento è stato di messa in sicurezza di alcune porzioni di intonaco dove hanno effettuato la spicconatura - spiega l'assessore comunale ai Lavori pubblici, Emilio Ranieri - Ora siamo in attesa della comunicazione del comando dei vigili del fuoco per sapere quali lavori effettuare. Su vecchio mercato coperto sono arrivati alcuni esposti, quindi è chiaro che i vigili del fuoco devono correttamente verificare la situazione. Come Comune abbiamo effettuato diversi interventi di messa in sicurezza e altri ne faremo, anche perché le vetrate ad esempio sono vecchissime, dobbiamo evitare ogni rischio». E per il futuro la progettazione a che punto è? «La progettazione è a buon punto, uno dei partner come noto sarà l'Arsial, ma i tempi per la realizzazione della Città del gusto non sono brevi è evidente. Siamo convinti che sia la scelta migliore e che verrà un bel lavoro, che consentirà il rientro degli operatori del mercato nella loro sede originaria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA