Mascherine all'aperto, prime ordinanze

Mascherine all'aperto, prime ordinanze
3 Minuti di Lettura
Martedì 14 Dicembre 2021, 05:02

IL CASO
Firmate ieri, in provincia di Latina, le prime ordinanze per l'uso obbligatorio delle mascherine anche all'aperto. La misura anti Covid suggerita sabato scorso dal prefetto Maurizio Falco, alla luce dell'andamento dei contagi (1.709 nuovi casi in provincia dall'inizio del mese, 205 nella sola giornata di ieri), è stata subito presa in considerazione ed adottata, anche se in ordine sparso, da numerosi sindaci pontini.
LA MAPPA
Il provvedimento, non nuovo per Aprilia, comune pontino tra i più colpiti da questa quarta ondata di contagi (ieri altri 29 casi), è stato riconfermato dal sindaco Antonio Terra che ieri pomeriggio ha firmato la terza ordinanza in merito dal 29 novembre scorso, per la durata di un'altra settimana. Oltre all'obbligo dell'uso della mascherina anche all'aperto, sono da evitare ogni forma di assembramento sul territorio con mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro. In procinto di firmare la sua ordinanza anche il sindaco di Cisterna di Latina Valentino Mantini: «Entrerà in vigore il 18 dicembre e sarà valida fino al primo gennaio 2022», ha assicurato il primo cittadino (ieri a Cisterna 22 nuovi casi Covid). La misura è in arrivo, inoltre, nel capoluogo pontino (ieri 63 contagi e un decesso). Il sindaco Damiano Coletta ha fatto sapere che il provvedimento sarà firmato nelle prossime ore. A bruciare tutti sui tempi per un provvedimento ex novo è stato il Comune di Sezze (ieri 13 nuovi casi Covid), dove nell'ultima settimana si sono palesati timori per il diffondersi del virus nelle scuole. Il sindaco Lidano Lucidi ha reso obbligatoria la mascherina anche all'aperto dal 15 dicembre 2021 (domani) al 9 gennaio 2022, dalle 9 alle 21, prevedendo sanzioni da un minimo di 400 euro a un massimo di mille euro. Sono esentati i soggetti con specifica certificazione medica e i bambini fino a 6 anni. Restando sui monti Lepini, il sindaco di Bassiano (ieri nel piccolo centro zero contagi) si è dichiarato favorevole all'iniziativa: «Sono in corso i controlli sugli assembramenti; penso di emettere ordinanza già domani (oggi per chi legge, ndr)».
Nella giornata di oggi l'obbligo arriverà anche per i cittadini di Maenza (ieri 12 nuovi casi Covid), lo ha confermato il sindaco Claudio Sperduti, e quelli di Priverno, firmerà la sindaca Anna Maria Bilancia. Il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi ha fatto sapere che firmerà presto l'ordinanza per la mascherina obbligatoria anche all'aperto, mentre la prima cittadina di Terracina Roberta Tintari lo ha già fatto, ma l'atto sarà pubblicato oggi. «Ordinanza in arrivo anche a Fondi». Parola del sindaco Beniamino Maschietto. In questi ultimi tre comuni ieri i nuovi contagi sono stati relativamente bassi: 3 a Sabaudia, uno a Terracina e uno a Fondi. Firmerà oggi per l'obbligo della mascherina all'aperto Giovanni Agresti, sindaco di Itri (ieri 5 nuovi casi Covid). Chi non avrà bisogno di emettere alcuna ordinanza è invece il sindaco di Ponza (ieri zero contagi). «È ancora in vigore l'ordinanza di questa estate che non ho mai revocato», ha infatti commentato Francesco Ferraiuolo, primo cittadino della maggiore delle Isole Pontine.
A Gaeta (ieri 14 contagi e un decesso) il sindaco Cosmo Mitrano ha previsto l'obbligo dell'uso della mascherina anche all'aperto nei giorni più caldi delle festività natalizie: già previsto per l'8 dicembre, resterà in vigore il 18, 19, 24, 25, 26, e 31 dicembre, il primo e due gennaio. A Minturno (ieri un solo nuovo caso) il primo cittadino Gerardo Stefanelli, che ha già regolamentato l'accesso per il Natale al Castello con green pass e l'uso della mascherina, estenderà presto l'obbligo di quest'ultima nei luoghi del Villaggio di Natale, allestito presso il lungomare di Scauri.
Rita Cammarone
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA