Liste, coalizioni al lavoro spuntano i primi nomi

Liste, coalizioni al lavoro spuntano i primi nomi
di Andrea Apruzzese
4 Minuti di Lettura
Sabato 21 Agosto 2021, 05:02 - Ultimo aggiornamento: 10:50

 Tre liste per Damiano Coletta, quattro o cinque per Vincenzo Zaccheo, una ciascuno, al momento, per gli altri candidati sindaco che si contenderanno la poltrona più alta di piazza del Popolo nella prossima tornata amministrativa di Latina, il 3 e 4 ottobre. La situazione è in divenire, e potrà diventare più chiara a metà della prossima settimana, mentre il deposito ufficiale delle liste avverrà entro 30 giorni prima del voto. Quindi i numeri sono suscettibili di variazioni, ma al momento appare certo che il sindaco uscente potrebbe avere tre liste sicure.

COLETTA

Il primo cittadino in carica avrà certe Latina bene comune, Per Latina 2032, Pd. Nella prima, quella di Lbc, a ricandidarsi saranno quasi tutti gli attuali consiglieri comunali uscenti, e a loro si aggiungeranno anche molti assessori oggi in carica: Gianmarco Proietti, Emilio Ranieri, Dario Bellini, Francesco Castaldo, Paola Briganti. Non si candideranno quasi sicuramente Patrizia Ciccarelli e Cristina Leggio, per motivi personali e professionali, e probabilmente neanche Silvio Di Francia. Diverso è invece il caso dell'attuale assessore alle Attività produttive, Simona Lepori, che si candiderà e sarà capolista di Per Latina 2032, lista che vedrà imprenditori e esponenti del mondo produttivo; questa sarà anche la lista scelta per la propria ricandidatura dal presidente del Consiglio comunale, Massimiliano Colanzingari. Coletta potrà contare anche sul Pd, che schiererà in lista nomi quali quello del già presidente provinciale, Mauro Visari, degli avvocati Daniela Fiore e Sara Morgani, del medico Enzo De Amicis, di Anna Claudia Petrillo esponente delle Sardine, di Serena Cangero, di Leonardo Majocchi, segretario provinciale dei Giovani democratici.

ZACCHEO

L'ex sindaco avrà le liste dei tre principali partiti che lo supportano (FdI, FI e Lega), la lista del sindaco, Latina nel cuore, e - afferma - «altre realtà che si stanno avvicinando alla mia candidaturai». Il capolista di Latina nel cuore, lista di giovani, ma anche d imprenditori e professionisti, sarà Lorenzo D'Erme, figlio dell'avvocato Alessandro. Ci sarà anche l'ex sindaco di Cori, Tommaso Bianchi. Ancora da definire i nomi completi per le altre liste: in FI hanno già iniziato la campagna elettorale Mauro Anzalone e Filomena Sisca, il primo ex consigliere comunale, la seconda ex presidente di circoscrizione, che si propongono in tandem. Nella Lega, ha già annunciato la candidatura Alberto Ordiseri, in ticket con la docente Pina Cochi. In FdI, riconfermati tutti gli uscenti (Andrea Marchiella, Raimondo Tiero, Giorgio Ialongo, Matilde Celentano), cui si aggiunge il nome dell'ex assessore Patrizia Fanti. Lo stesso Zaccheo, in una riunione con le forze politiche che lo sostengono, ha chiarito di volere «liste pulite, non solo di certificati penali, perché il politico non deve essere solo onesto, ma deve anche apparirlo. È un problema che, sia chiaro, riguarda ogni partito, sia di centrodestra che di centrosinistra». Nello stesso incontro, Zaccheo ha manifestato la volontà di «ripensare il nucleo di fondazione, restituendo Palazzo M, l'Intendenza di finanza, e l'edificio delle Poste ai giovani di Latina e a chi deciderà di studiare nella nostra città». Alla riunione erano presenti Alessandro Calvi (segretario provinciale FI), Nicola Calandrini (senatore e segretario provinciale FdI), Angelo Tripodi (capogruppo della Lega in Consiglio regionale), Gianfranco Rufa (senatore e commissario provinciale della Lega), Marinella Pacifico (senatrice di Cambiamo) e Giuseppe Di Sangiugliano per l'Udc.
Andrea Apruzzese
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA