LATINA, LA CONTINUITÀ PAGA

LATINA, LA CONTINUITÀ PAGA
2 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Gennaio 2022, 05:01

CALCIO, SERIE C
L'auspicio è di poter tornare presto a parlare di calcio giocato, secondo il programma della Lega Pro si tornerà in campo domenica 23 gennaio in occasione della quarta gara di ritorno del girone C. Se non ci saranno ulteriori slittamenti, il Latina Calcio 1932 ricomincerà dalla trasferta di Foggia con l'obiettivo di dare seguito alle ultime convincenti apparizioni, ultima delle quali al Francioni contro il Palermo, un successo che ha permesso ai nerazzurri di fare un bel balzo in avanti in classifica.
BAGARRE
Al momento in testa c'è il Bari con 44 punti, frutto di tredici vittorie, cinque pareggi e appena due sconfitte. I pugliesi nelle ultime cinque gare hanno ottenuto tre successi e due pari, a dimostrazione di come la continuità di risultati stia facendo la differenza. La seconda della classe, ad esempio, ha subito una sconfitta a inizio dicembre. Parliamo del Monopoli, oggi a sette lunghezze di distanza dalla prima della classe, squadra fermata sullo 0-0 dal Latina nel mese scorso e uscita con le ossa rotte dal confronto con il Palermo. Poi però, sono arrivati due affermazioni preziose con Fidelis Andria e Catania che hanno permesso alla formazione biancoverde di rimanere sulle tracce dei galletti. Il caso vuole che alla ripresa del campionato si ritroveranno di fronte la seconda forza del raggruppamento e la terza classificata, ovvero l'Avellino. Al Partenio Lombardi' l'undici irpino avrà la grande possibilità di scavalcare i rivali in graduatoria, oggi distanti appena due punti. Ma sono diverse le formazioni pronte a salire sul podio del campionato: Turris, Palermo e Virtus Francavilla (a quota 33) tallonano l'Avellino, ma anche il Catanzaro, a 32, non scherza e promette di ricominciare alla grande.
ZONA ROSSA
Nelle posizioni di vertice c'è un certo equilibrio, ma anche in coda la lotta inizia a farsi interessante. Il Latina Calcio 1932 grazie ad un mese di dicembre particolarmente favorevole si è allontanato dalle posizioni play out, ma per arrivare alla salvezza bisognerà continuare a correre forte. Anche perché sono tutte ancora in corsa per ottenere la permanenza tra i professionisti. A cominciare dal fanalino di coda Vibonese, fermo a quota 14, ma con la grande occasione per riscattarsi: il 23 gennaio, infatti, andrà in scena il match casalingo con la Fidelis Andria, altra squadra pericolante, in diciottesima posizione con 16 punti all'attivo. Anche il Potenza, penultimo a 15, potrà dare una sterzata al proprio campionato nella prima gara del 2022, quella interna con un Monterosi oggi un po' più sereno rispetto a qualche settimana fa. Proverà a dare continuità ai risultati il Messina, reduce da una vittoria e un pareggio dopo mesi caratterizzati da diverse difficoltà. Chiamate ad accelerare anche Paganese e Campobasso, squadre che hanno viaggiato a corrente alternata nella prima parte di stagione.
Davide Mancini
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA