Aule inagibili al Marconi, si indaga per capire le cause del crollo del controsoffitto

Aule inagibili al Marconi, si indaga per capire le cause del crollo del controsoffitto
di Stefania Belmonte
3 Minuti di Lettura
Sabato 7 Maggio 2022, 10:40

Per fortuna alla fine tutto si è risolto con un grande spavento e lievi escoriazioni, ma ieri mattina se la sono vista brutta tre ragazzi dell'istituto superiore di Latina Guglielmo Marconi. Intorno alle 10,30 infatti gli sono caduti addosso dei pezzi della copertura della 3B, una delle aule ricavate all'interno della palestra per il Covid, per garantire il distanziamento tra i ragazzi dopo il rientro in classe. In seguito al crollo, la scuola è stata evacuata fino a quando i vigili del fuoco non hanno terminato il loro sopralluogo. Nel primo pomeriggio è arrivata anche la dirigente, Ester Scarabello.
 


I vigili del fuoco hanno verificato che non si trattava di un cedimento strutturale e che il danno non riguardava l'edificio, ma soltanto parte della copertura di una delle quattro aule, così l'allarme è rientrato. Sono intervenuti anche i carabinieri di Latina, che hanno raccolto testimonianze e cercato di ricostruire la dinamica dei fatti. Le domande aperte però restano diverse. La struttura, essendo stata realizzata per l'emergenza del Covid, risale a meno di due anni fa. Come è possibile che abbia già ceduto? Può essere che ci sia stato qualche evento esterno che possa aver fatto cadere quei pannelli? La copertura è composta da controsoffitto leggero, mentre le pareti sono di cartongesso. Si tratta di una struttura prefabbricata molto leggera, realizzata appositamente in questo modo per poter essere rimossa al termine dell'emergenza sanitaria e probabilmente lo sarebbe stata già il prossimo settembre. Quindi sarebbe rimasta quest'ultimo mese di scuola e poi sarebbe andata definitivamente in pensione.
LE IPOTESI
Può essere che qualche gancio abbia ceduto, facendo venire giù con effetto domino una parte dei pannelli? Durante il sopralluogo sono intervenuti anche i tecnici della Provincia di Latina, ente proprietario dell'immobile e responsabile della manutenzione dei plessi di tutte le scuole superiori del territorio. C'erano anche i tecnici della ditta che ha realizzato le aule. «Ci siamo chiesti tutti cosa possa essere successo, cosa è andato storto - ha detto Francesco Carissimo, dirigente del settore Edilizia scolastica della Provincia di Latina - Il fatto che soltanto una parte della copertura abbia ceduto, ci induce a fare maggiori verifiche: se fosse stato un difetto strutturale sarebbe forse venuta giù tutta la copertura. Invece è caduta una decina di metri su circa quattrocento totali. Nei prossimi giorni ne sapremo di più».

Ora i tecnici della ditta che ha realizzato la struttura, l'ha collaudata e certificata, sono al lavoro per capire quale possa essere stata la causa del crollo. I tre ragazzi che erano sotto i pannelli crollati sono stati portati in pronto soccorso in ambulanza all'Icot per accertamenti: nulla di grave, solo alcune escoriazioni e qualche dolore a braccia e spalle. Certo però quella di ieri è stata una mattinata da dimenticare.
Stefania Belmonte
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA