Durigon: «Una doppia soddisfazione Faremo grandi cose»

Durigon: «Una doppia soddisfazione Faremo grandi cose»
di Andrea Apruzzese
3 Minuti di Lettura
Martedì 27 Settembre 2022, 11:09

Una vittoria «dedicata alla famiglia, e ai sacrifici che ha sostenuto per le mie assenze». Claudio Durigon, candidato della Lega, tra gli eletti di Latina è tra i primi a commentare con soddisfazione la vittoria personale, nonostante la sua formazione non abbia raggiunto a livello generale e nazionale, come partito, il risultato prefissato, lui è risultato eletto, in entrambi i collegi in cui era stato candidato: uninominale e plurinominale.
«Sono scattato in entrambi», è il suo primo commento, all'indomani di «una notte in cui tradizionalmente si dorme poco». Una notte che gli ha portato una nuova vittoria, dopo quella del 2018: cinque anni fa deputato, oggi senatore. «È un grande onore, essere stato eletto Senatore della Repubblica, continuerò a svolgere il ruolo con tutta la mia volontà e sono contento di questa nuova esperienza al Senato, ed è una doppia soddisfazione, dato che sarei cattato anche nel plurinominale, oltre che nell'uninominale».


Per lui, una carriera che lo ha portato, dopo l'elezione alla Camera dei deputati nel 2018, al Governo, come sottosegretario prima al Lavoro e alle politiche sociali nel Governo Conte 1 (dal giugno 2018 al settembre 2019), poi all'Economia e finanze, nel Governo Draghi (marzo-settembre 2021). «Stiamo aspettando i dati definitivi per i plurinominali della Camera dei deputati - spiega ancora, con riferimento agli altri candidati leghisti pontini, in particolare per Giovanna Miele e Vincenzo Valletta - ma vediamo come Nicola Ottaviani ha vinto nell'uninominale. Al momento, abbiamo già una squadra di otto persone del Lazio, che consentirà di dare risposte adeguate alle esigenze, del Paese e del territorio regionale. Ci assumiamo l'onere del governo del Paese, per tutti».


La Lega ha però ottenuto un risultato nazionale non adeguato alle proprie aspettative, dato confermato anche a livello territoriale: ad esempio nel collegio plurinominale 1 della circoscrizione Lazio 2 della Camera è al 7,74%, lontana dal 36,12% di FdI, primo partito. A Latina città è al 10,87%. Un risultato inferiore alle attese. Durigon non si nasconde: «Penso che il popolo italiano abbia dato un'affermazione importante al centrodestra, noi come Lega abbiamo pagato l'essere entrati in questo Governo. Siamo comunque di fronte a scelte che non rinneghiamo. La gente però voleva un cambiamento, voleva la politica».
Relativamente ai timori internazionali sulla vittoria del centrodestra reputa «incredibili certe illazioni. Giorgia Meloni ha avuto un grande consenso. Credo che faremo grandi cose». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA