Due ordigni bellici ritrovati in mare davanti al santuario dell'Annunziata

Due ordigni bellici ritrovati in mare davanti al santuario dell'Annunziata
2 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Maggio 2022, 11:22 - Ultimo aggiornamento: 14:11

Due ordigni, uno dei quali probabilmente uma bomba d'aereo inesplosa della seconda guerra mondiale e l'altro ancora da decifrare ma anch'esso presumibile residuato bellico, sono stati ritrovati a Gaeta nei fondali del tratto di mare antistante il lungomare Caboto, di fronte al santuario della Santissima Annunziata, nel quartiere medievale della città. La scoperta è stata fatta l'altra mattina dal sub Salvatore Gonzalez durante una immersione per una verifica dei fondali per conto di un'azienda privata.


E' subito scattata la segnalazione alla Guardia costiera di Gaeta, che ha avviato immediatamente le procedure di messa in sicurezza della zona, avvertendo la prefettura di Latina e le forze dell'ordine., oltre che il Nucleo Artificieri della Marina Militare per le operazioni di bonifica del tratto di fondale interessato dal ritrovamento del proiettile di artigliera pesante.


La Capitaneria di porto ha emanato una ordinanza di interdizione dello specchio d'acqua, per un raggio di circa 500 metri fino all'integrale bonifica degli ordigni, vietando, per la sicurezza della navigazione e della pubblica incolumità, la navigazione e la sosta di unità navali di ogni tipo nonché qualsiasi altra attività marittima che comporti la fruizione dello specchio d'acqua antistante i punti del ritrovamento dei residuati bellici.
Il divieto non si applica per i mezzi di soccorso e per quelli che saranno impegnati nelle operazioni di riconsocimentio dei resduati bellici e nella successiva bonifica dell'area interessata.
S.Gio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA