Droga nei giocattoli, condannato a tre anni e quattro mesi Loris Baldassini

Droga nei giocattoli, condannato a tre anni e quattro mesi Loris Baldassini
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 19 Gennaio 2022, 05:04 - Ultimo aggiornamento: 11:32

Ha scelto di patteggiare per ottenere una riduzione di un terzo della pena ed è stato condannato a tre anni e quattro mesi di carcere il 29enne arrestato ad Aprilia insieme ad un coetaneo con un enorme quantitativo di droga, quasi quattro chili parte della quale nascosta all'interno di giocattoli per bambini. Loris Baldassini era finito in carcere il 21 ottobre dello scorso anno insieme ad un coetaneo al termine di una serie di controlli e servizi predisposti dai carabinieri. I militari dell'Arma avevano seguito un ragazzo e lo avevano sorpreso mentre consegnava un pacco a Baldassini: così avevano perquisito l'abitazione di quest'ultimo.


L'ARRESTO
Un primo controllo aveva portato a rinvenire trovato 64 grammi di cocaina, 74 grammi di hashish e 2,3 chilogrammi di marijuana. Il controllo si era esteso al pacco appena arrivato a destinazione: questo conteneva giocattoli per bambini ma una volta aperti i giochi i carabinieri avevano scoperto che contenevano altra droga. Complessivamente oltre un chilo e mezzo di hashish rinvenuto e già suddiviso in 5 panetti occultati all'interno di confezioni di giocattoli oltre a tre bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento della droga. Per i due ragazzi era scattato l'arresto con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Poi i due hanno scelto iter giudiziari diversi.


L'UDIENZA
Baldassini, che a dicembre aveva ottenuto gli arresti domiciliari dove si trova tuttora, ieri mattina è comparso è comparso davanti al giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Latina Giorgia Castriota: la difesa, rappresentata dall'avvocato Sandro Marcheselli, ha chiesto per il 29enne il patteggiamento della pena, istanza alla quale ha dato il suo consenso anche il rappresentante dell'accusa, il sostituto procuratore Martina Taglione.
Il gip ha accolto la richiesta e come da accordo tra accusa e difesa, a conclusione della camera di consiglio ha condannato l'imputato a tre anni e quattro mesi di reclusione. Per quanto riguarda il 28enne arrestato con Baldassini, originario della provincia di Napoli, nei suoi confronti è stata emessa una misura cautelare di aggravamento della pena in carcere per le ripetute violazioni alle prescrizioni imposte trovandosi lui già ai domiciliari al momento dei controlli dei carabinieri.
E.Gan.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA